Odrek’s Orchard

Dyson's Dodecahedron

Odrek's Orchard
Odrek’s Orchard (300 dpi promo)

Sages and mystics have many tales of the Sapphire Apples and their miraculous properties. They succor legendary toxins, counter the corrupting touch of chaos, and even return memories stripped away by the river Lethe. Of course, the Imperial Tree was destroyed during the fall of Great Zorisz and only a single Sapphire Apple was saved… but there are tales that one of the caretakers of the Imperial Tree escaped with a small bag of seeds.

Odrek's Orchard
Odrek’s Orchard (1200 dpi)

This caretaker, a gnarled little dwarf by the name of Odrek, escaped to one of the islands near Kalesh-Sonket and found a small sun-dappled plateau where all but two of the seeds were planted and a small number of the trees have sprouted up. It takes roughly 20 years (d20+10) for a sapphire apple to ripen on the tree, and unripe apples are a vile poison…

View original post 199 altre parole

Crypts of Yllas

Another beautiful map, I hope for the daemon infested Ylla thing.

Dyson's Dodecahedron

Crypts of Yllas
Crypts of Yllas (300 dpi promotional)

Yllas the Huntress was ever within the orbit of Duke van Pelt – many (including Yllas) believed that one day they would be wed and she would lead the Brown Rangers from the van Pelt estates. But of course there are no van Pelt estates today as Duke van Pelt’s demonology summoned forth a great evil that the rangers were forced to slay – losing most of their numbers (including Yllas) in the process.

Crypts of Yllas
Crypts of Yllas (1200 dpi)

Yllas’ brother had these crypts built / repurposed under the burned out shell of the van Pelt estate and then everyone from the region left because Duke van Pelt’s summoned monstrosity might be slain, but in the process it poisoned the land for miles around and everything grew twisted and wrong. Over the years this effect has lessened and a few hundred years later people…

View original post 159 altre parole

Tainted Grail – The fall of Avalon – Sbiancata

Queste sono una serie di note per tenere conto delle mie vicissitudini nel corso del gioco dark fantasy di Tainted Grail. La trama in quest boardgame è un elemento fondamentale per apprezzarlo, quindi siete avvisati che il racconto contiene spoiler sull’esito di alcune azioni in questo gioco.

Dal diario di Ailei

Continua a leggere

Tainted Grail – The Fall of Avalon – la casa di cura sull’isola

Queste sono una serie di note per tenere conto delle mie vicissitudini nel corso del gioco dark fantasy di Tainted Grail. La trama in quest boardgame è un elemento fondamentale per apprezzarlo, quindi siete avvisati che il racconto contiene spoiler sull’esito di alcune azioni in questo gioco.

Dal diario di Ailei

Anno 621 dalla conquista di Avalon, 16 Anagantios

Continua a leggere

Love Behind the age of Cthulhu – la ricerca del Sacro Graal – rovine di antiche città

Ultimamente tainted grail ha occupato tutto il mio tempo libero lasciandomi poco tempo da dedicare a Love Behind the Age of Cthulhu, Mythic e Dimensione Avventura.

L’ultima volta avevamo lasciato i nostri eroi in viaggio dopo aver parlato con la dama del lago.

Scena 5 primo giorno di viaggio verso Manchester, il gruppo si muove fra le rovine delle antiche città della zona, ora invase dai boschi.

Tread ancora aperti

Sviluppare la storia d’amore fra Brian e Rose (infondo questo gioco si chiama love Behind the age of Cthulhu)

Guadagnare il favore del pubblico del network

Trovare il sacro Graal

Arrivare a Manchester.

Prestare attenzione alle insidie del network

Il fattore caos scende a sei, la scena è alterata

Continua a leggere

Claustrophobia e Dyson’s geomorphic business cards/

Claustrophobia è un boardgame ambientato nello stesso universo del warband skirmish helldorado che di recente è stato ristampato nell’edizione 1643.

Da tempo uno dei mei progetti sarebbe quello di provare a fare un rpg in solitario ambientato nel modo di Clausrophoia, nel quale gli umani hanno costruito una nuova Gerusalemme all’inferno e stanno cercando di colonizzalo.

Fino ad ora uno dei più grossi ostacoli ad inziare a giocare una versione di Claustrophobia in solitario era stato il generatore di Dungeon casuali, perché utilizzare il sistema originale, per quanto suggestivo, richiederebbe più spazio di quello di cui al momento dispongo.

La soluzione del dilemma mi si è presentata quando ho visto la quarta serie delle geomorphic business cards di Dyson’s Logo. Con ben quattro set da 5 carte ciascuno ci sono ben venti spezzoni di dungeon casuali per un cospicuo numero di possibilità se decidessi di iniziare una partita una volta che avrò concluso Tainted Gail

Quindi word alla mano mi sono messo a preparare un set di carte per l’esplorazione di un dungeon, vedremo se riuscirò ad utilizzarlo a breve in Claustrophobia o in un’avventura fra i Nuraghi

Tainted Grail – the fall of Avalon – oscuri presagi

Queste sono una serie di note per tenere conto delle mie vicissitudini nel corso del gioco di Tainted Grail. La trama in quest boardgame dark fantasy è un elemento fondamentale per apprezzarlo, quindi siete avvisati che il racconto contiene spoiler sull’esito di alcune azioni in questo gioco.

Dal diario di Ailei

Anno 621 dalla conquista di Avalon, 15 Anagantios

Continua a leggere

2021 Business Card Dungeons – Set 2!

Dyson's Dodecahedron

Five years ago I put out a set of dungeon geomorphs designed to be printed on business cards. And the uptake was fabulous with a number of cool peeps using them as the backs for their business cards.

2021 Business Card Geomorphs - Set 2 Promotional
2021 Business Card Geomorphs – Set 2 Promotional

So here we are a full five years later, and I figured it was about time to expand the set. So to expand on this weekend’s offering here’s five more new little geomorphic business card backs bringing this year’s selection to 10 and the total collection to 20.

2021 Business Card Geomorphs - Set 2
2021 Business Card Geomorphs – Set 2

Each card is the right size for a business card, with about a 1/8″ over-run at each exit so that you can use them with business card printers that accept bleed in the card designs (so the drawing will go right to the edges of the cards).

For setting…

View original post 202 altre parole

2021 Business Card Dungeons

I think that I will use the whole set of printed geomorphs to play an rpg based on the world of Claustrophobia to randomly generate the tunnels under the city of New Gerusalem

Dyson's Dodecahedron

Five years ago I put out a set of dungeon geomorphs designed to be printed on business cards. And the uptake was fabulous with a number of cool peeps using them as the backs for their business cards.

So here we are a full five years later, and I figured it was about time to expand the set. So here’s five new little geomorphic business card backs:

2021 Business Card Geomorphs - Set 1
2021 Business Card Geomorphs – Set 1

Each card is the right size for a business card, with about a 1/8″ over-run at each exit so that you can use them with business card printers that accept bleed in the card designs (so the drawing will go right to the edges of the cards).

For setting up your print files, here’s the cards one image at a time – each is 2.25 x 3.75 inches in size (2 x 3.5 + 1/8 inch…

View original post 179 altre parole

Tainted Grail – The fall of Avalon – Grubwood

Queste sono una serie di note per tenere conto delle mie vicissitudini nel corso del gioco di Tainted Grail. La trama in quest boardgame dark fantasy è un elemento fondamentale per apprezzarlo, quindi il racconto contiene spoiler sull’esito di alcune azioni in questo gioco.

Giorno 2

Il Menhir è a 6

Continua a leggere

Tainted Grail – The fall of Avalon – il mhenir morente

Queste sono una serie di note per tenere conto delle mie vicissitudini nel corso del gioco di Tainted Grail. La trama in questo gioco è un elemento fondamentale per apprezzarlo quindi il racconto contiene spoiler, se volete giocare non vi conviene continuare a leggere

Giorno 1

Il tempo è bello.

Il Menhir è a 7

Continua a leggere

Tainted Grail the fall of Avalon – il ritrovamento del Graal Maledetto

Ieri giocando il secondo capitolo di Tainted Grail the fall of Avalon ho trovato una sorpresa imprevista, indagando sul fato della spedizione ho aperto un fork inaspettato della trama.

Mica mi aspettavo veramente di trovare una strada diversa nel mio viaggio verso Cameloth
Continua a leggere

Tainted Grail – Antefatto: Avalon

Io sono Ailei e se non avessi dedicato il mio tempo ai vagabondaggi nel bosco forse a quest’ora sarei una sacerdotessa e avrei accompagnato la mia maestra nel viaggio disperato verso cui si è incamminata e magari le cose sarebbero andate diversamente…

Continua a leggere

The Six Greater Spires

Even better than Before

Dyson's Dodecahedron

The Six Greater Spires (300 dpi promo)
The Six Greater Spires (300 dpi promo)

Taking the structure of the Six Spires posted in June, this map changes the scale of the structure so that each entrance is two squares wide instead of one, giving us a lot more room to work. Now instead of a small shrine or similar built into a megalithic structure, we have a massive temple under and within the six spires.

The Six Greater Spires
The Six Greater Spires (click for 1200 dpi)

Four of the six spires are accessed from below, within the temple structure itself. The remaining two are accessed from the open air level between the spires. One has an actual door into it while the last pillar is accessed via a secret door near the top of the stairs from the temple interior.

The temple interior is splashed with brilliantly coloured pigments on the walls, floor, and ceiling. The temple seems dark…

View original post 168 altre parole

Tainted grail prime impressioni

Dopo un anno che non prendevo in mano il gioco di Tainted grail sono riuscito a completare il primo capitolo del gioco.

La cosa che mi ha fatto amare il gioco in primis sono state le statue dei Mhenir.

Ho giocato in modalità narrativa perché non avevo voglia di contare tutti i miei passi e ho finito la partita con un turno di anticipo sulla fine del tempo disponibile, in modalità normale sarei andato fuori tempo massimo.

Senza l’assillo di dover ottimizzare ogni singolo spostamento in questo gioco della Awaken Realms, le meccaniche di grinding sono accettabili e aiutano a percepire il senso di “affanno” che aleggia sul gioco. A mio parere ha ragione chi afferma che le meccaniche sono collegate al contenuto narrativo del gioco e quindi eliminare l’aspetto grinding rischia di snaturare gli aspetti survival e Dark Fantasy.

Ho apprezzato che la magia venga trattata come una vera e propria risorsa il che costringe ad utilizzala in modo “economico” dando l’idea che sia un elemento raro e non banale che può cambiare il corso degli eventi e delle situazioni.

Un altro aspetto che mi è piaciuto di Tainted Grail è che sotto certi aspetti sembra di giocare un mega librogame con mappa stile la serie la terra di mezzo (aka middle earth quest) con carte ed accessori. Sono contento dopo anni di partite a Zombicide e un paio di gdr masterless in solitario di essere tornato a giocare un’avventura con una trama portante che non conosco e si sta dipanando lentamente.

Tainted Grail alle prime prove mi aveva lasciato perplesso per la gestione degli scontri con le carte, ma una volta presa la mano risulta in realtà abbastanza divertente, specie quando si riescono a realizzare combo assurde.

La partita ha coperto sette giorni di gioco per una durata di un paio di ore. Come rapporto fra tempo di gioco e le nuove scoperte sulla trama sono soddisfatto di Tainted Grail.

La prossima settimana conto di affrontare il secondo capitolo della campagna di Tainted Grail, che è molto più “open”.