Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Capitolo 2 – il vecchio impianto di purificazione.

Dal libro dei rancori, giorno 20 dall’arrivo sul pianeta 345.678.934

Il lavori per la bonifica del mare di melma, e la costruzione di un’idroponica, procedono a rilento.
Sembra che al Nord, si sia insediata un’altra banda di razziatori degli Eldar oscuri, mi domando quando saremmo liberi dalla piaga delle sanguisughe di Commoragh. Non riescono proprio a capire che questo mondo è nostro, ed è diritto di noi squat reclamarlo, per la maggior gloria del clan e dell’imperatore di tutta l’umanità?
Comunque non possiamo permettere che una sacra rovina, come un purificatore d’acqua in disuso, cada nelle mani di quei pirati delle tenebre, il valore dell’acqua è troppo alto in questo pianeta desolato, perché sia tollerato che gli Eldar oscuri se ne impossessino.
Ho quindi ordinato a tutta la squadra di muoversi, lasciando i prospettori continuavano il loro lavoro di bonifica.
Le informazioni erano esatte, e siamo riusciti ad arrivare nel luogo prima degli Eldar oscuri. Purtroppo un loro tiratore scelto, Zeus il distruttore, è riuscito a colpire sorella Sofia, nonostante il suo sacro scudo protettivo, e il capo dei pirati, Thanatos il folle, si è dimostrato un pericoloso psionico, che ha terrorizzato Torin il demolitore e il povero Aracron, togliendoci tutta la difesa che veniva fornita dal suo campo psichico, mentre Snarl era rimasto frastornato da un colpo di striscio.
Nel frattempo due pirati stavano cercando di circondarci sull’altro lato, dove si nascondeva sorella Alexandra, mentre i nostri colpi continuavano ad andare a vuoto e io venni ferito. Sono sicuro che i pirati avevano lanciato qualche maledizione su di noi.
Quando ormai ero disperato Snarl finalmente si riebbe e riuscì a inchiodare al suolo Pyros il Distruttore, uno dei due pirati che cercavano di aggirarci, anche se terminò le munizioni. Nel frattempo il nostro tiratore scelto, Chiam Sevaron riuscì ad inchiodare il Dracon degli Eldar oscuri e il suo seguito, dando fondo, con una raffica, alla riserva di energia del suo fucile laser, e lì, nel mezzo della piana, furono un facile bersaglio per il lanciafiamme di Torin, che atterrò il famiglio e la guardia del corpo di Thanatos. Nel frattempo sorella Sofia era riuscita a riprendersi dal colpo ricevuto.
A questo punto il sole cominciava a calare e tanto noi, quanto gli Eldar oscuri, eravamo troppo stanchi per continuare a combattere, loro con più feriti e noi ormai a corto di munizioni. Per ora gli Eldar non avrebbero avuto l’impianto di purificazione, ma avevamo trovato dei nuovi nemici, molto più forti e agguerriti dei precedenti.

I seguenti nuovi nomi dovranno essere aggiunti al novero di coloro verso cui abbiamo rancore:
1. Thanatos il folle
2. Zeus il distruttore
Possa l’imperatore di tutta l’umanità fortificarci nell’odio.

Vaerun Snorri, maestro della gilda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...