Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Yuggoth – una guida all’incauto viaggiatore

Yuggoth è uno strano pianeta oscuro che si trova al estremità più distante del sistema solare, conosciuto dagli esserei umani generalmente con il nome di Plutone. Su Yuggoth si trovano città estremamente possenti formate da grandi distese di torri a terrazza simili a ziggurat costruite in pietra nera. Il sole splende non più prillante di una stella su questo oscuro pianeta, ma i suoi abitanti non hanno nessun bisogno di alcuna luce. Loro dispongono di altri sensi più subdoli e raffinati per percepire la sostanza delle cose e non mettono finestre nelle loro case e nei mastodontici templi.

I fiumi oscuri ricolmi di pece che fluiscono sotto i misteriosi ponti cicolpici di tale piaineta, manufatti costruiti da razze antiche, estinte e dimenticate bei prima che gli attuali abitanti giungessero nel pianeta dal vuoto esterno, sarebbero una visione sufficiente per fare di qualsiasi uomo un novello poeta se potesse rimanere sano di mente a sufficienza per mettere per iscritto ciò che ha visto.

Fra le tante razze che abitano Yuggoth la più evoluta e meglio conosciuta sono i Mi-go. La città dei Mi-go siede al bordo di un pozzo dove abita un’antica e spaventosa entità, temuta dagli abitanti, che periodicamente risale dal pozzo; in questi casi i Mi-go abbandonano temporaneamente la città.

Tale essere, chiamato Cxaxukluth, è “figlio” per fissione spontanea di Azathoth. Assime a Tsathoggua e i suoi “genitori”, Cxaxukluth migrò a Yuggoth da Xoth. La progenie di Cxaxukluth abbandonò il proprio patriarca cercando rifugio nelle profonde viscere di Yuggoth, a causa delle tendenze cannibalistiche del padre, e ben presto lasciò Yuggoth. A tutt’oggi Cxaxukluth abita ancora il pianeta.

Su Yuggoth, si trova uno strano metallo, conosciuto come Tok’l. Il Tok’l è utilizzato principalmente per la costruzione dei famosi “cilindri cerebrali” dei Mi-go, ma ha anche altri usi rituali.

Una delle lune di Yuggoth conserva dei simboli sacri ai Mi-go incisi sulla superficie rocciosa del pianeta. Queste iscrizioni sono utili per vari rituali indicati nel Necronomicon. Si narra che la trascrizione di questi simboli può essere percepita dai Mi-go, che daranno la caccia a chi è entrato in possesso dei loro sacri geroglifici.

Fonti

H. P. Lovecraft, “The Whisperer in Darkness”

http://en.wikipedia.org/wiki/Mi-go

http://en.wikipedia.org/wiki/Yuggoth

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...