Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Guida alle erbe di Agelmina Lanza – Quinta parte, erbe che cominciano per d, e

Dragoncello

Il dragoncello è un elemento base della cucina della Lialga: non è altro che il famoso estrattone che si usa un po’ dappertutto. Gli scolastici sono concordi sul fatto che fu Caterina da Siane a portarlo a Laìtia, portandolo da Avignone a Siane. Il dragoncello è essenziale per la salsa béarnaise, per moltissimi piatti della cucina della Lialga, dal poulet à l’estragon alle oeufs en gelée; fa parte delle erbette miste per le omelette raffinate, è un ingrediente prezioso per molte salse, zuppe, sughi, soufflé, va con la sogliola, le uova, le insalate.

Ha un aroma indefinibile, delicato ma fragrante, si insinua nelle vivande con la cottura e quindi va dosato con discernimento. Riesce a dare un tono importante a molti cibi piuttosto comuni.

É ideale per chi deve rispettare un regime dietetico con poco sale, perché dà ai cibi un sapore stimolante.

Dulcamara

E’ una pianta comune, produce piccole bacche rosse e s’incontra frequentemente. Ha proprietà diuretiche e depurative, ma il dosaggio è difficile ed è opportuno che il fattucchiere non ne faccia uso. Si tratta di una pianta piuttosto conosciuta e spesso citata dagli scolastici nei vecchi trattati di erboristeria.

Erba Cipollina

E’ un’erbetta che si coltiva facilmente, si trova a mazzetti sui mercati di tutta la costa settentrionale del mare Missogeo e tagliata finemente sostituisce la cipolla dando ai cibi un aroma delicato e piacevole.

Viene usata nelle salse, per esempio nella stessa maionese; viene aggiunta ai formaggi freschi, alle uova sode. Un po’ d’erba cipollina, magari essiccata, serve in cucina per arricchire piatti e preparazioni con grande facilità e ottimi risultati.

Erba di Sacro Comogia

Non è molto usata ma al contrario se ne sente spesso parlare (già Nilpio assicurava che masticarne le foglie serviva per eliminare il mal di denti). In antiche ricette viene consigliata per problemi del ciclo femminile come l’assenza di mestruazioni.

Eucalipto

Tutti conoscono il grande albero ornamentale che cresce in molte regioni di Laìtia.

Le sue foglie hanno una specie di ghiandola che contiene un’essenza profumata, il noto eucaliptolo, molto usato anche nelle preparazioni dei creusici per la sua azione contro le infiammazioni bronchiali.

Basta mettere poche gocce di eucaliptolo in una coppetta d’acqua calda nella stanza da letto, prima di coricarsi, per averne immediati benefici la mattina dopo. Con altre essenze che hanno proprietà analoghe, ad esempio il timo, viene usato per inalazioni o anche soltanto per essere spruzzato sul cuscino.

Efficacissimo anche l’infuso, da bere durante la giornata. Se ne fanno, con lo stesso scopo, dei gradevoli liquori. In casa si può fare il vino di eucalipto, mettendo in infusione foglie essiccate in buon vino bianco.

Eufrasia

Cresce spontanea nei pascoli alpini. E’ nota da epoca remota per le sue proprietà oftalmiche, e infatti ancora oggi l’estratto si usa nella preparazione di colliri vegetali, con fiordaliso, piantaggine e camomilla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...