Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Profezie di morte – Vagando nell’oscurità.

29 gennaio anno 301 dalla rinascita del mondo – mattino.

Sto scrivendo sopra una cassa di materiale esplosivo che secondo quei dannati spiritelli potrebbe saltare in aria ad ogni scricciolo della mia penna sulla carta.

Dopo esserci ripresi dal duello scontro con il gruppo di albini riprendemmo l’esplorazione dei corridoi del secondo piano della piramide. Il ladro trovò un passaggio segreto che dava su una stanza piena di melma.

Benjamin e Vincenzo volevano entrare, mentre io e gli altri eravamo propensi ad evitare il pavimento coperto di fluido schifoso.

Ammetto che, per porre fine alla discussione, molto maleducatamente spinsi Benjamin nella stanza senza tanti complimenti per far terminare la discussione. Mi ero dimenticata che nonostante le spesse scaglie di chitina che rivestivano il suo corpo deforme nelle zone scoperte la sua pelle è estremamente delicata.

Benjamin cominciò a strillare per il dolore, cosa peggiorata dal fatto che si accorse che la melma era in realtà della Fanghiglia Verde, un’orrida sostanza che corrodeva il legno e le vesti e trasformava il corpo in fanghiglia.

Vincenzo, senza molta pietà, per salvare Benjamin fece accedere una torcia a Pedro, utilizzando l’acciarino trovato nel covo degli albini e diede fuoco alla sostanza che lo avvolgeva. Non ho ancora ben capito se gli abbia fatto più male la fanghiglia o il fuoco, ma non riesco a provare molto dispiacere per quello scherzo della natura, anche se d’ora in poi dovrò cercare di stare più attenta se non voglio perdere lo stregone.

Dopo la disavventura con la fanghiglia arrivammo ad una stanza fuori dalla quale era stata accumulata una serie di vecchie giare piene di sabbia.

Con nostro sommo orrore, dal quale personalmente mi sto ancora riprendendo a fatica scoprimmo che la stanza era piena di spiritelli, malefiche creature appartenei al piccolo popolo sempre intente in strani traffici e capaci di lanciare oscure maledizioni.

Gli spiritelli erano estremamente indaffarati a spostare e archiviare delle casse situate in una catasta, grazie all’aiuto di alcune formiche giganti. Dissero di essere stati evocati dal mago Backuk novemila anni fa, secolo più secolo meno, per fare la guardia ai suoi fuochi d’artificio… a quei tempi se si deve credere ai folletti c’era abbastanza materiale per far saltare in aria la piramide. Dubito che gli spiritelli siano consapevoli che da allora molto del materiale si sarà sicuramente deteriorato ammesso che vi fosse mai stata una tale potenza di fuoco.

Persi in un delirio di follia, probabilmente dovuto all’aver ripetuto troppe volta la stessa operazione di spostare e catalogare le casse gli spiritelli hanno stanno ancora farneticando incoerentemente sugli albini, i loro Dei Antichi e una profezia che riguarderebbe un “Portatore di Morte” venuto dalla superficie, l’unica persona a cui possono lasciare i fuochi d’artificio.

Sarà meglio che impacchetto nuovamente le mie cose ed esco da questa stanza, se non esplodono i fuochi nelle casse lo farà la mia testa a causa degli scatti d’umore e degli strilli isterici dei folletti, ogni volta che ci muoviamo per la stanza.

Ociba.

post precedente – post successivo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...