Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Una storia di vendetta e di sangue – Squat nell’Underhive

Mentre ancora mi lecco le ferite dell’ultimo scontro, più quelle del mio orgoglio che quelle sulla mia pelle che ha subito solo i graffi di quando ho picchiato frustrata il cemento delle pareti, il mondo attorno a me continua a muoversi. Una banda di Squat è scesa nell’Underhive e ha finito per attaccare briga con Orlock e Redentoristi.

In un certo senso ammiro gli squat, sono una razza piccola e ostinata, decimati fino alla quasi estinzione da dalla flotta alveare Tiranide eppure tenaci nel non lasciarsi cancellare dalla storia per quanto ridotti ai pochi sparuti gruppi erranti nelle loro strane navi spaziali (n.d.r. e ammiro anche i loro giocatori che continuano a preservarne la memoria nonostante l’ostracismo della mamma). Ora una delle loro gilde è atterrata su Necromunda portandoci oltre alla loro sete di bevande alcoliche anche la loro proverbiale litigiosità.

Guardati con sospetto dalla popolazione dei pianii alti e desiderosi di non separarsi dalle loro amate armi, gli squat hanno deciso di trasferirsi nell’underhive. Poco fastidio alle persone per bene e chi se ne importa se infastidiscono noi criminali che raccogliamo dalle rovine i materiali di recupero su cui l’economia moderna è fondata.

I redentoristi sono stati i primi ad essere seccati da tutto questo andirivieni di stranieri e hanno tirato fuori dal loro arsenale addirittura una macchina penitente per andare incontro ai nuovi venuti. Hanno però attraversato i territori degli Orlock in quali si sonno sollevati a protestare a suono di mitragliatori e armi requiem. Intrappolati nel fuoco incrociato degli Orlock e degli squat i redentoristi sono stati decimanti e hanno dovuto scappare trascinandosi dietro metà dei loro compagni deceduti o in coma.

La cosa avrebbe potuto risolversi qui con gli squat e gli Orlock che andavano ciascuno per la propria strada se i secondi non avessero deciso che non gradivano neppure loro che quella specie di nani attraversasse i loro territori. Grande sbaglio, visto che pur avendo gli Orlock più armi pesanti a portata di mano gli squat avevano a disposizione mezzi motorizzati e persino un orso gigante, una bestia importata e mai vista su Necromunda da credo almeno tremila anni.

Mi hanno raccontato che vi fu un breve scontro a fuoco in cui le sorti della battaglia parevano stazionarie, vista la lentezza degli squat nel riuscire ad avanzare. Poi dopo aver superato un pesante fuoco di sbarramento il loro capo è riuscito a caricare con il suo orso il leader avversario, mandandolo fuori combattimento e a quel punto gli Orlock sono scappati.

Un solo squat è caduto nello scontro, un motociclista che si è trovato ad affrontare tre orlock, ma è comunque riuscito a farne fuori due vendendo cara la pelle, ma non sono riuscita ad informarmi su che fine abbia fatto.

Mi domando se non dovrei presentarmi loro offrendo la protezione della “Magnanima Regina Etruscilla” o preoccuparmi invece di stare distante da loro nell’eventualità che assieme a loro anche qualcosa di strano sia uscito dalla nave con la quale sono arrivati su Necromunda.

post precedentepost successivo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...