Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Love Behind The Age of Cthulhu – Nel pozzo

Le cose che ho visto nella sfera di cristallo sono state troppo orrende, non riuscivo più a distogliere lo sguardo. Per fortuna in un movimento inconsulto ho urtato la sfera e questa si è infranta risparmiandomi almeno un residuo di sanità mentale.

La donna che mi aveva affascinato veniva da una antica città dell’impero coloniale rifondato, era una schiava che aveva attraversato il mare. Si chiamava Hira ed era una veggente.
Assieme ad essa gli avventurieri che seguivo si sono inoltrati nel covo dei mutanti per recuperare questo fantomatico drago, non racconterò di tutti gli orrori raccapriccianti che sono scaturiti dalle viscere della terra e che hanno dovuto affrontare, basti dire che il drago esisteva veramente, ali, corna e capacità di sputare fuoco e tutto. Per addomesticarlo hanno pensato niente di meglio che fargli divorare viva la sua precedente custode. Il ribrezzo e il disgusto per quella scena mi impediranno di dormire la notte, e io che pensavo di essere sadico…
Il giorno successivo al recupero del drago gli avventurieri hanno deciso di tornare alla ricerca dei tesori dei mutanti. Non hanno trovato nessun tesoro, in compenso è stato trovato un pozzo per lo scarico di materiale tossico e radioattivo, o almeno così ha sostenuto la replicante.
Sull’ingresso era dipinta una scritta ormai sverniciata:

Post precedentePost successivo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...