Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Warhammer – Altdorf

Altdorf, 15 messembre, mattino

Una volta sul ponte della chiatta fluviale ho giurato sullo spirito immortale di Sigmar che un giorno tornerò a Nuln per regolare i conti con gli Oldenhaller, Maryanne e la gilda dei negromanti. Non so ancora come, ma devo assolutamente tornare per spargere il loro sangue sulla banchina del molo e dare i loro corpi in pasto ai pesci.

Il viaggio fino ad Altdorf è stato relativamente tranquillo, solo uno scontro marginale con uno sparuto uomo bestia (effettivamente non sono solo storie che la nonna mi raccontava per spaventarmi) e siamo arrivati nella capitale dell’impero dove ho potuto raccogliere un po’ di informazioni e pettegolezzi mentre attendevamo che Gildril completasse la sua visita al collegio della magia.

Parlando con la gente del luogo ho così scoperto che effettivamente c’era stata una lunga e feroce guerra fra le orde del caos giunte dal nord e l’impero. I campioni di entrambi gli schieramenti parevano aver avuto la peggio e gli eserciti si erano ritirati lasciano una enorme devastazione alle spalle. Non era chiaro chi avesse vinto, ma pareva difficile poter sostenere che l’impero avesse avuto la meglio come gridavano a gran voce strilloni e sacerdoti.

Parlando di strilloni, ho ritrovato Scezio qui ad Altdorf. A quanto sembra si era addormentato su una chiatta e risvegliato alcuni giorni dopo nella città imperiale.

Quanto al mago, si recò alla torre del collegio della magia splendente. Posso solo dedurre che i maghi avessero dei dubbi sulla gemma che avevamo raccolto e Gildril fosse in realtà stato inviato a raccogliere informazioni. Con il suo solito atteggiamento spocchioso da elfo, si è rifiutato di fornirci dettagli sul suo colloquio con la sua maestra, salvo il fatto evidente che ora possedeva le vesti e la chiave dell’ordine della magia del fuoco. Per una volta io e il mago eravamo d’accordo su qualcosa: la sua maestra e signora era una grandissima baldracca.

Scritto di suo pugno,

Vassili Radenko

Post PrecedentePost Successivo

Annunci

5 Risposte

  1. Kuduk

    Altdorf è una città stupenda!!!!

    Mi piace

    6 marzo 2012 alle 8:19 pm

    • Kuduk

      l’ambientazione su cui si basa questo gioco è qualcosa di eccezionale, in GW hanno realmente dato vita ad un mondo parallelo. Basta citare un nome di città o eroe che il 90% delle persone legate a questi giochi sa qualcosa a riguardo…

      Mi piace

      6 marzo 2012 alle 8:23 pm

      • La cosa più geniale secondo me è che tutto il background che viene prodtto riguarda sempre e solo il passato. Il gioco comincia il “giorno zero” e da li in poi non c’è mai il richio che qualche PNG di turno ti rubi il lavoro come accade spesso invece nei Forgotten Realms.
        Sia per il fantasy che per il fatascientifico siamo dull’orlo della fine di un’epoca ma da li in poi cosa succederà non è dato a sapere.

        Il BG della GW è fantastico, è sulla politica e modello commerciale che ci sarebbe molto da ridire

        Mi piace

        7 marzo 2012 alle 12:13 pm

  2. Kuduk

    quoto Ursha, smisi di giocare a warhammer 40000 nel 2006 dopo l’ennesimo cambio di regole, nonostante avessi vinto l’RTT l’anno prima e diversi tornei tra Piemonte e Lombardia!!!

    Mi piace

    7 marzo 2012 alle 7:02 pm

    • Condividio in peno, ma consoliamoci con cose “allegre”, a breve arriva un post su nonna Mosher per chi sa chi sia.

      Mi piace

      8 marzo 2012 alle 4:50 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...