Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Gestire il proprio master – Cosa non deve sbagliare il giocatore.

Nei casi riportati nell’articolo precedente sono due gli errori peggiori che può fare il giocatore e io sono riuscito a cadere in entrambi, visto che non gioco quasi mai ad interpretare un personaggio.

Il primo il primo errore che si può commettere è di non essersi assicurati di leggere con estrema attenzione il manuale fin nei suoi più reconditi recessi. Ad esempio l’aver ignorato che utilizzando il pugnale avevo diritto ad una parata gratis si è rivelato quasi fatale al mio personaggio e il master non ha assolutamente ritenuto opportuno avvisarmi di questa possibilità, mi domando se lui per primo conoscesse tale possibilità.

Di norma come master ne ho fatto una questione di principio di saper fornire ai giocatori una sequenza di opzioni per loro vantaggiose dei manuali base, per prevenire che mi vengano poi a rompere le scatole con una pletora di manuali addizionali da cui tirare fuori cavilli e ciarpame che mi costringono a complicare le avventure per mantenere il gioco bilanciato. Inoltre io vengo da un Background che mi vede forte sostenitore dell’ide che il giocatore non dovrebbe avere la necessità

Con solo 5 partite all’attivo di Warhammer non mi considero per tanto un giocatore erudito e se il master non è collaborativo ciò può portare a rischiare l’osso del collo.

Il secondo errore che si può fare è quello dopo di aver letto le regole di dire al master leggitele bene anche tu perché mi stai dicendo una cosa non vera. Mi sono sempre considerato un direttore di gioco obbiettivo e disposto al dialogo, però ammetto che persino per me può essere urtante sentirsi in sostanza dire non sai le regole, ma in un momento di esasperazione difronte alla notizia ricevuta(per la precisione un mese dopo la creazione del personaggio in cui mi era stato detto arrangiati pure e segui il manuale) che non potevo uscire dalla classe prima di averla terminata, contrariamente a questo scritto nelle regole ufficiali mi sono molto innervosito.

Ciò ha portato alla fatidica risposta se non ti va bene quella è la porta.

Sul momento ho lasciato perdere l’argomento e ceduto, poi dopo che le acque si sono calmate ho ripreso gradualmente l’argomento.

Un modo costruttivo per uscire questa diatriba alla fine può essere riassunto così

  1. Io per primo sono un sostenitore delle regole opzionali – il DM concorda
  2. Quando le regole opzionali aumentano pe possibilità dei giocatori – il DM medita
  3. Perché ritieni di dover introdurre una regola diversa dal manuale che non permette di cambiare classe pagando uno svantaggio? – il DM: perché la casse base ti definisce  dovresti godertela
  4. Se osservi la classe base mi ha già definito, ho già tutte le skill e le abilità della stessa quando inizio e posso perdere solo i potenziamenti del profilo, e un po’ monotono. – il DM: si in effetti…
  5. Ora questo personaggio, come quello della fidanzata, nasce come storia dall’idea di distaccarsi dal proprio passato e darci un taglio netto, tu togliendomi una delle regole ufficiali mi tagli una possibilità di crescita per il pg… – Il DM beh si forse…
  6. Vedremo ma pare che alla fine potremo fare le uscite di carriera anticipate.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...