Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Giocare a Castle Spluzeer nel 2012

Ieri sera ho finito una partita via skype di D&D con la fidanzata. Come ormai spesso accade è un 1 vs 1, ovvero lei interpreta il PG principale e io il resto del mondo. Fortunatamente in questa avventura per una sera abbiamo avuto anche un visitatore aggiunto, che però ora gli sono stati “tagliati gli accessi ad internet” perché non studia abbastanza e quindi non so se questo giovane studente continuerà ad unirsi a noi.

Abbiamo giocato a Castle Spulzeer (convenientemente convertito in castello Stregazza) un modulo per i Forgotten Realms, un tempo scaricabile gratuitamente dal sito della wizards, facilmente adattabile anche all’ambientazione Kata Kumbas, avendo png con nomi come Gasparre del Luca, o comunque cose tipo fattucchiere rom che vogliono prevedere il futuro ai giocatori. Altre cose le ho invece cambiate ampliamene come il mago malvagio che è diventata una donna molto discinta e volitiva.

Al di la di questo io per esigenze di trama ho riscalato l’avventura che era per pg di alto livello ad un grado di difficoltà adatto a personaggi di terzo, ma è stato relativamente semplice poiché moltissimi dei mostri erano erranti (il che  non è detto che sia un pregio) e i due mostri piazzati li ho potuti tranquillamente lasciare allo stesso livello di potere giusto per aumentare il grado di sfida… comunque alla fine  il gruppo ha trovato dei talismani di protezione e quindi i mostri erranti non hanno mai importunato all’interno del castello.

Il modulo ha la caratteristica positiva di partire in maniera abbastanza scontata e svelare pian piano invece che i giocatori sono stati completamente presi in giro.

Purtroppo, per quanto l’avventura sia intrigante e piacevole da giocare ha secondo me alcuni difetti che il master deve in qualche maniera emendare. Il modulo si chiama Castle Spulzeer ma inin 60 pagine di avventura il castello appare solo a partire da pagina 34.

Prima ci sono una lunga serie di incontri spot che non centrano assolutamente nulla e 3 o 4 fra villaggi e forti da visitare, in uno solo dei quali succede veramente qualcosa, per carità un grande qualcosa e secondo me quell’incontro nel villaggio è meglio di tutto il resto del modulo, viste le profonde implicazioni che può avere se viene impersonato credibilmente. L’incontro racchiude un dilemma molto interessante se giocando approfondendo in vari punti di vista invece di limitarsi a svolgerlo come una farsa di caccia alle streghe.

Oltre allo stillicidio di incontri ininfluenti per la risoluzione dell’avventura e di mostri erranti un altro problema sono l’enorme quantità di stanze da visitare, quasi tutte con contenuti irrilevanti, per cui l’avventura inizia e finisce come un’avventura di mistero ma nella parte centrale si trasforma in un dungeon crawl a volte privo di un vero senso a causa della prevalenza di mostri incontrati casualmente.

Tutti questi motivi mi hanno portato a decidere di dare una serie di sforbiciate decise allo svolgimento della storia allungando maggiormente i punti chiave e glissando ampiamente su ciò che a mio giudizio serviva solo a far durare di più l’avventura. giocando un’ora e mezzo o due alcune sere alla settimana su internet i tempi morti in un’avventura diventano degli elementi tutt’altro che positivi.

Spero che avremo su questo blog anche un giudizio della giocatrice sui tiri mancini che le ho tirato, in attesa che io abbia il tempo di scrivere i post sulla storia.

Annunci

4 Risposte

  1. Ringrazio No’Akei per aver corretto eri sera alcuni refusi che erano rimasti in questo articolo. Anche se non si fa sentire quasi mai su questo blog la sua attività di revisione del materiale è fondamentale in questo progetto che si trascina da ormai molti anni.

    Per inciso la partita non è stata giocata con il regolamento originale di AD&D ma con D&D 3.5

    Mi piace

    9 dicembre 2012 alle 9:26 am

  2. Pingback: Progetti per il futuro | Iho's Chronicles

  3. Pingback: Marilissa Stregazza | Iho's Chronicles

  4. Pingback: Castle Spulzeer – Sharill | Iho's Chronicles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...