Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Ululati nella notte – I segreti della palude

2013-02-19_IsabelVostra grazia,

Principessa, dall’ultima volta che vi ho scritto gli eventi sono un po’ precipitati. Mentre vi scrivo sto scappando dalla magione dei Visconti dopo aver rubato i cavalli di Bruno.

La sera dopo “l’incidente” fra Thorax e la cameriera, Bruno era nuovamente di buon umore grazie alle particolari attenzioni di Ofelia, la quale non ha smesso di farmi smorfie ammiccanti per tutta la sera per sottintendere cosa fosse intercorso fra lei e il nobile. Fatto che trovo ancora strano in una ragazza che oltre che una ladra ho scoperto essere anche una mistica del nuovo culto. La cosa non dovrebbe interessarmi mentre invece provo un moto di stizza che se non fosse assurdo definirei di invidia o gelosia.

Ogni volta che scrivo di Ofelia finisco per divagare. Tornando a Bruno, pur non volendo ammettere di essere lo stesso Bruno che aveva ucciso Anna Colonna ci mostrò l’apparizione di Anna inseguita dai suoi cani che lo perseguita ancora oggi. Bruno si disse dispiaciuto per la morte di Anna ma sul momento era accecato dalla rabbia per la morte del fratello. In cambio della promessa del mio aiuto Bruno mi dono una spada che faceva parte dei doni di nozze dell’infausto matrimonio.

Il giorno seguente, indagando più a fondo venni a sapere dal maggiordomo di Bruno che la visione continuava e così la notte dopo seguii la muta di cani spettrali nella palude dove l’apparizione di Anna venne risucchiata dalle sabbie mobili mentre Bruno tentava inutilmente di salvarla. Finita la visione incontrammo un altro segugio, orrendamente sfigurato e privo di un occhio. La bestia orrenda ci attaccò e fu molto difficile metterla in fuga.

Nella palude dopo essere sfuggiti alla bestia incontrammo anche lo spettro di Anna che ci raccontò la sua versione dei fatti secondo la quale Bruno era un mascalzone che si approfittava di lei. Mi sento molto vicina ai sentimenti di Anna verso Bruno. L’uomo è un borioso arrogante che non dimostra alcuna sensibilità verso le opinioni degli altri, vorrei dire quasi una persona ottusa. Inoltre riconosco molte similitudini fra lei e me, entrambe siamo rimaste vittime degli schemi delle nostre famiglie.

In particolare Anna mi disse che la visione che avevo visto esisteva solo nei ricordi di Bruno, in verità lui non aveva tentato di salvarla. Mi apprestai a tornare sui miei passi per gettare in faccia a Bruno le accuse di Anna, quell’uomo somiglia a tanti altri che mi hanno sempre umiliata e derisa, anzi forse è peggiore di molti di loro avendo causato la morte di quella povera ragazza.

Continua….

post precedentepost successivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...