2013-02-19_IsabelVostra grazia,

fuori dalle porte della città di Maro ho rivisto mio padre.

Come al solito lui si defila nel momento del bisogno, preferendo restare lontano dalla figlia scapestrata che porta solo vergogna alla sua reputazione e al blasone della famiglia. Lui sostiene che in quel momento avermi vicino avrebbe fatto più male a me che a lui, qualora dietro a questo scandalo vi fosse stata davvero una macchinazione politica, ma non gli credo.

Mio padre mi ha fatto una lunga filippica su quello che comporta la mia irresponsabilità nella vana speranza vana che io mi ravveda. Fra le altre cose ha anche affermato di essere stato lui a fornire al maestro dell’Ordine della Sacra Chiave i nomi dei tre giudici, per quanto io faccia difficoltà a credervi.

Alla fine ci siamo salutati senza neanche un abbraccio e mi ha lasciato dei cavalli per il viaggio. Ora sto per incamminarmi verso il villaggio di Cuore di Luna per parlare con la sorella di Berus.

Devotamente serva Vostra,

Camelia Farnese.

post precedentepost successivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...