Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Terrore nella Città Sacra – Notti movimentate

2013-02-19_IsabelPrincipessa Argenta,

ci eravamo fermati  per alcuni giorni a una taverna nella città di Maro, quando, alla terza sera di permanenza, arrivarono dei sicari mandati da Gasparre de Luca per ucciderci. Thorax però spaccò agilmente la testa di quegli uomini e prima che ne arrivassero degli altri. Gasparre dovrebbe imparare a pagare meglio i suoi sicari perché facciano il lavoro senza sbandierare il suo nome urlando come forsennati.

Per evitare ulteriori problemi decidemmo di allontanarci da posto dove risiedevamo e cercare il luogo da dove provenivano  i scari.

Mentre eravamo in strada incontrammo un servitore di una nobile, una certa lady Neira che stava cercando avventurieri disposti a scortare la sua signora al tempio delle divinità pagane, ma io rifiutai indignata. Un lercio servo dovrebbe saper riconoscere meglio un esponente della nuova fede e non importunarlo con le sue sciocchezze pagane.

Nonostante l’inopportuna interruzione dello zotico cercammo continuare a di seguire le tracce dei sicari, ma quando nel cielo spuntò la luna piena Marilissa si trasformò sotto i miei occhi in una volpe bianca. Tutto quello che potei fare fu prenderla in braccio e tentare di calmarla. Evidente il morso dei licantropi contratto nelle cripte l’aveva infettata.

Visto che individuare i sicari si stava rivelando un’impresa priva di speranza, con Marilissa in braccio, mi recai a casa di Gasparre de Luca per saldare i conti con lui. Il portone del suo palazzo era sprangato nessun servitore si degnò di aprire, allora riportai Marilissa a casa di Chardath e con estremo ribrezzo mi accinsi ad andare a frugare i bordelli della città, dove speravo avrei trovato De Luca e lo avrei ucciso.

Continua…

post precedentepost successivo.

Sotto molti aspetti Maro può essere considerata la “Living City” dell’ambientazione mediterranea di Kata Kumbas, una speicie di Greyhawk o Cadwallon nostrana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...