Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Dissertazioni sulla dinastia imperiale d’America

Questo materiale è opera di pura fantasia, qualsiasi riferimento a fatti, luoghi o persone realmente esistenti è puramente casuale.
Anno [classified] dell’era di Cthulhu, da datalog di Vivienne d’Asgard

—————-

Il primi indizi di una dinastia imperiale d’America che risalisse fino ai tempi di Carcosa risale al 1920 circa quando il governo americano insabbiò un fallito colpo di stato attribuendo tutto ai deliri di un pazzo e di un riparatore di reputazioni.

Infondo chi mai avrebbe potuto essere re di una discendenza ancora più antica di quella di Atlantide, contaminata dal sangue del Re in Giallo e benedetta da Hastur?
Ora noi sappiamo bene come Carcosa esista realmente e fosse quella che un tempo gli uomini chiamavano Carcassonne, e prima ancora Carcasso, e prima ancora in epoche di cui l’uomo ha perso il ricordo era già nota come Carcosa. Duemila anni fa l’umanità era ancora ignorante sulle grandi verità del mondo e non vedeva le gravi manchevolezze della propria scienza.
L’unica voce fuori dal coro fu il matematico Walter Gilman, che per primo riscoprì la possibilità di muoversi negli spazi interdimensionali utilizzando le geometrie non euclidee. Gilman era però un debole che non era disposto a fare ciò che doveva essere fatto per servire la Capra dai Molti Cuccioli, dopo che questa gli aveva offerto la conoscenza per muoversi fin nello spazio più profondo. Per la sua ingratitudine e disobbedienza i servi degli antichi gli divorarono le interiora.

Il fatti degli anni 20 e 30 dimostrarono l’inettitudine della razza umana a servire gli Antichi. Anche quando animati dalle migliori intenzioni.
Così gli antichi optarono per una nuova soluzione per ripristinare, posizionare figli che avessero almeno parte del loro sangue nelle famiglie più importati d’America che ancora fossero loro devote, mentre cercavano qualche altro superstite della discendenza di Carcosa.
La speranza era di avere leader, banchieri, e capitani d’industria che avrebbero avuto i mezzi, il controllo e la pazienza per fare ciò che andava fatto differenza dei loro genitori adottivi. Questi nuovi figli dell’uomo avrebbero dovuto plasmare il mondo come deve essere per accogliere Coloro che Attendono.
Comunque il primo esperimento avvenuto Nizza nel Monferrato, luoghi e nomi che per me ora non hanno nessun significato, fallì miseramente a causa dell’interferenza della malavita locale nella quale di servitori di coloro che attendono non erano così addentro come credevano. Inoltre non si era considerato che crescere creature facendole cibare di cadaveri umani le avrebbe comune rese troppo bestiali per passare per adolescenti umani anche se abbruttiti dalla fame e dalla guerra.
La manchevolezza dei servitori umani degli antichi ancora una volta si era dimostrata l’anello debole del progetto.
Naturalmente ci furono altri tentativi ed ebbero più successo e oggi l’Impero Coloniale Rinato è felicemente governato dalla Dinastia Imperiale d’America, che troneggia sulle poche macerie rimaste nel Nord America post olocausto nucleare, così come piace agli Antichi.

A differenza dell’uomo Coloro che Aspettano hanno pazienza e sanno imparare dai propri errori, quindi è solo questione di tempo prima che si torvi il piano perfetto, infondo cos’è il tempo per creature che misurano la propria vita in termini di ere geologiche?

Io Vivienne d’Asgard, primo macchinomante della città di Midgard ritengo che queste informazioni debbano essere ritenute estremante sensibili e pertanto vadano segretate all’interno dell’albero della conoscenza Yggrdasil

————————————

Materiale liberamente ispirato a
Carcosa di Ambrose Bryece
The King in Yellow di Robert W. Chambers
The Dreams in the Witch House di P.H. Lovecraft
La note dei Cacciatori di Davide Mana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...