Sono tornato ieri da Lucca con Ultima Forsan, l’ultima ambientazione italiana per Savage Worlds e ho avuto anche l’occassione di scambiare due parole (veramente al volo) con l’autore Mauro Longo. Il gioco prende il nome dal motto che nel mediovevo era spesso presente sopra le meridiame: forse l’ultima (sottointeso ora).

Personalmente sono un grande appassionato dei maessaggi semplici e positivi e già questo mi ha fatto incuriosire e apprezzare il gioco.

Di Lucca parlerò sicuramente in seguito, per ora intendo concentrarmi su uno dei principali obbietti per i quali mi ero recato alla Fiera del Fumetto, ovvero per accquistare Ultima Forsam.

Il gioco per savage worlds è ambientato in un rinascimento alternativo che riprende l’accaduto del romanzo Decameron dei Morti, secondo il quale la peste nera sarebbe stata un’epidemia di Zombie e riprede le vicende 200 anni dopo quando l’europa è oprimai spopolata dal Fagello ma gli abitanti hanno orimai imparato ad affrontare con efficacia i morti e la violeza dell’orda di zombie è andata in parte scemando.

L’idea di base di Ultima Forsan è molto buona: mettete in seime medioevo, zombie, complotti, mistero e rinascimento macabro: avrete un cocktail esplosivo. Il modo di Ultima Forsan offre spazio sia per campagne diplomatiche, che per azione pura.

Potete inoltre decidere come scalare la virulenza del morbo andando da un horror molto poco survival fino ad un genere di azione in cui i pericoli vengono dagli attacchi fisici ma non dalla malattia e vi sono anche le regole per giocare con i tarocchi invece che con le carte francesi. Per l’occasione mi sono comprato un mazzo dei tarocchi di Luis Royo.

Il mondo ha una buona dose di elementi sovrannaturali quali alchimia, scienza pazza, fattucheria e reliquie della fede. Non ho apparezzato la mancanza di poter creare personaggi imbevuti di misticismo, visto che il background arcano dei miracoli non fa parte dell’ambientazione. Avrete quindi a disposizione fanti in armatura potenziata, archibugeri armati di fucili a canna multipla che camminaranno a fianco di indomiti cavalieri che brandiscono sacre reliquie e di astuti fattucchieri, alchimisti e praticanti della cabala. Sarebbe stato bello avere anche frati che impongono le mani per lenire le piaghe della gente e rabbini che possono guidare le proprie azioni in base al movimento degli astri e del sole.

L’ambientazione offre un sufficiente dettaglio della polita dei nuovi regni all’alba del rinascimento, lasciando comunque un sufficiente numero di dettagli ancora oscuri, dando un sufficiente senso di mistero all’origine dell’epimedia che dalle terre del prete Gianni è giunta fino in europa, promotettendo la presenza di orriri ben peggiori dei morti redivivi per il cupo futuro (pubblicazioni successive permettendo). Imparerete che nelle selve esistono cose ben peggiori dei Morti.

Non lasciatevi fuoriviare dall’ottimiso circolante nei primi capitoli all’inizio di una nuova era della ragione, la razza umana è ancora sull’ordo della rovina e le forze incomprensibili e ostili all’uomo si stanno muovendo per colpire di nuovamente.

L’unica nota negativa è che i presunti extra per Lucca non sono riuciti ad andare in stampa in tempo almeno secondo il commesso che mi ha fornito del libro sabato, ho dovuto accontaentarmi delle fiches ufficiali del gioco che diciamocelo non sono un gran che.

Il giudizio complessivo sul prodotto è più che buono e sono stato soddisfatto dell’acquisto. Il gioco si presta a esssere giocato con toni e temeatiche anche molto diverse a seconda dei gusti di master e giocatori e ha ampi spazi per ampliare la storia proposta.

In certi punti ho trovato il tono troppo ottimista per un’ambientazione horror, ad esempio la possibilità che davvero i regni europei così diversi possano arrivare ad una convivenza più o meno tollerante e fare fronte comune contro il flagello zombie. Il genere e la tematica zombie ci ricorda che il primo e più grande pericolo per i sopravvissuti non è mai costituito dagli zombie ma dall’uomo.

Per gusto totalmente personale non aprezzo l’idea che porebbe formarsi una società segreta super partes con interessi diplomatici e militari volta a sovrintendere le problematihe interne ed esterne dell’europa, sebbene è un tema effettivamente molto diffuso nei gdr in genere.

2 pensieri su “Forse l’ultima ora

  1. WOW! Grazie della recensione! Mistici, rabbini, guaritori e cabalisti: ci hai dato delle ottime idee per le prossime uscite 😉
    Per quello che riguarda l’ottimismo hai perfettamente ragione: abbiamo voluto dare un senso di vero “rinascimento” dei Nuovi Regni e un maggiore impulso al cosmopolitismo e all’interazione tra le culture. Ma gli uomini “infidi” ci sono comunque: marrani, untori, briganti che usano l’Atramento in guerra, piccole faide tra Regni…
    In ogni caso, fammi sapere se riesci a fare qualche partita!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...