Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Decameron dei Morti, Ultima Forsan e non solo…

In questi giorni stavo rileggendo il Decameron dei Morti di Mauro Longo, quando mi sono imbattuto in questo:

La vostra bell’Italia e la mia Francia sono certo terre liberate ormai da secoli dai grandi mali del mondo antico, grazie ai nostri nobili sovrani del passato e alle fiamme purificatrici portate dai fedeli di Cristo nel corso dei secoli; ma vi giuro sul mio onore e sul mio cuore istesso, che esistono ai confini delle nostre un tempo belle regioni, vasti territori desolati in cui si aggirano ancora i demoni e i dragoni, gli abomini e le aberrazioni tutte tracimate dal sozzo grembo della grande meretrice, che da sempre si annida nei recessi e osserva con cupidigia e bramosia i regni degli uomini. E io son convinto dunque che questa piaga che si è diffusa oggi per il mondo non sia altro che un frutto marcio di quel calice di aberrazioni che soggiace alle cose che vediamo, e cova nell’oscurità fin dai primi giorni per metterci alla prova di fronte all’eterno, e che Dio stesso ha sancito che essa si diffondesse per punirci dei nostri peccati, che son turpissimi e senza numero.

Nel gioco di Ultima Forsan, ispirato al romanzo di Mauro, personalmente ho trvato una grafica accattivante, con illustrazioni definite dai miei amici semplicemente da paura, una storia cupa che cattura anche se a volte con un eccesso di positività per i miei gusti, però diciamoci la verità, i morti nella vita non sono tutto e sentivo la mancanza di qualcosa al di fuori degli zombie anche se alcuni indizi sembrano suggerire che gli zombie non sono tutto.

Ecco, la grande metretrice i demoni e i draghi sono concetti interessanti… dopo 180 anni dal Decameron dei Morti magari è anche comparso un drago ossesso o peggio la bestia di Tarascona è tornata come un egemone…

Con tutte le terre desolate a disposizione anche i demoni potenzialmente avrebbero avuto un sacco di spazio a loro disposizione e tutto il tempo per copulare ignobili abomini nati dall’uonione con le figlie dell’uomo.

Poi ci sono i resti dei Nephilim e se esistono si giganti della Bibbia allora possiamo pensare anche all’esistenza di Lilith e del Leviatano, della fenice e di altre creature della mitologia Araba, Cristiana ed Ebraica.

C’è molto da pensare nei prossimi mesi mentre attendo di capire che aria tira al club dove di solito bazzico.

Annunci

Una Risposta

  1. Pingback: Imporbabili crossover – Abdul Alhazred | Iho's Chronicles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...