Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Partite ad Ultima Forsan

Fino ad ora ho giocato due partite ad Ultima Forsan e ho gia’ espresso alcune opinioni generali in questo post.  La prima partita si è tenuta domenica scorsa in camera mia con li materiale di gioco buttato sul letto, per mancanza di qualsiasi ordine e spazio in suddetto luogo, la seconda finalmente su un tavolo, a casa della fidanzata utilizzando anche le miniature della reaper e le tiles di D&D avventura fantasy.

Ad accompagnare il tutto i tarocchi di Louis Royo e vari set di dadi. Come livello di contagio abbiamo deciso di giocare con una difficolta’ media.

Va subito detto che Savage Worlds mantiene la promessa di essere un gioco divertente, veloce e furioso, ha dimostrato di essere un gioco che funziona e fa andare avanti con la storia anche quando non lo si conosce bene e si è spesso costretti a interrompersi per consultare il manuale. Ingranate le meccaniche si va via alla grande.

Le regole danno una grande possibilita’ di personalizzazione del personaggio, sotto molti aspetti migliore del sistema delle carriere introdotto da Martelli da Guerra. Sebbene il combattimento scorra veloce ho notato che tende risentire dello stesso difetto del gioco di warhammer, ovvero sebbene il combattimento sia molto piu’ veloce che in Warhammer fantasy roleplay si tende comunque ad avere momenti in cui non succede quasi nulla e poi pochi colpi che possono avere effetti anche devastanti.

Fino ad ora abbiamo giocato la prima avventura del manuale di ultima e l’inizio dell’assedio di Lucca. La fidanzata si e’ messa a sbellicarsi dal ridere  quando le ho citato la poesia di Cecco riadattata per il mondo rivegliato. Riso subito finito quando un mediante della piazza si è rivelato non come un borseggiatore, ma come uno zombie assetato di carne umana.

Per una odalisca rossa con parata 7 e attacco 10 i morti non sono avversari temibili, mentre danza con le spade senza quasi lasciarsi sfiorare. Non di meno un unico colpo fortunato rischia sempre di mandarla KO e costringerla a pagare un obolo a Caronte per evitare il contagio.

Nella prima avventura la mia fidanzata ha avuto l’occasione di conoscere Donata (sto pensando di crearmi le statistiche ed usarla come PNG) affrontare la sua prima Larva senza subire neppure un graffio e dover poi amputare il braccio di un paladino per cercare di salvargli la vita. Ultima Forsan ha dimostrato che il mondo non e’ un luogo cosi’ accogliente come pareva.

Nella seconda avventura Akshmeth (si scrive cosi’ almeno?) ha invece rischiato grosso contro un ossesso che impugnava una lancia intrisa di atramento e quasi nessun colpo andato a segno e’ mai riuscito a superare l’armatura del bestione.

Complessivamente il gioco ha fino ad ora soddisfatto entrambi e presumo che il futuro abbia ancora molte sorprese per noi nel momento in cui riusciro’ a mettere in campo magari anche qualche dama ungerese corrotta.

Se volete anche voi cominciare a giocare ad Ultima Forsan vi consiglio di andare a guardare

CaponaMeccanica

Savage Worlds Italia

Il gruppo Facebook di Ultima

Annunci

Una Risposta

  1. Pingback: Se fossi morto morderei ogni mondo | Iho's Chronicles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...