Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Asif Awad Hedstrom

In questo cimitero di Lucca nell’anno di nostro signore 1514 giace in terra sconsacrata il cenere del prode Asif Awad Hedstrom, valente difensore della città e furioso guerriero nella pugna. Cadde non contro i morti, ma per la mano infida di gente di Ferrara,  eterno memento che la mano delli vivi è ben più pericolosa della stirpe del flagello.

97e0de63fbbee02ceeb13e37aa44c2c0

Oggi in Ultima Forsan i tarocchi mi hanno assegnato per be due volte l’arcano della morte, dandomi cosi ben due oboli di Caronte extra. Il perfido Luchino (antagonista del capitolo terzo) è riuscito ad avere un incremento sul tiro per colpire e a tirare per di danni 6 8 8,  con i rilanci ottenuti il totale ha portato a 39 danni e il povero Asif ci ha dovuto lasciare avevo finito gli oboli e fallito il tiro per evitare il dissanguamento. A volte Savage Worlds può essere veramente letale. L’accaduto è stato un evento inaspettato in un combattimento per il resto noioso, data l’elevata parata di tutti i contendenti. 

Annunci

4 Risposte

  1. 39 rasenta l’assurdo. 🙂 Il destino lo ha reclamato, in pratica…

    Liked by 1 persona

    27 dicembre 2014 alle 8:25 am

    • Grazie al tarocco ho ottenuto un incremento per colpire e quindi ho tirato tre dadi, che hanno fatto tre assi e i dadi ad 8 facce hanno fatto nuovamente il massimo e quindi ho tirato un totale di 8 dadi +2 era destino. In più Asif ha fallito il test di vigore, poveraccio a -3, ed è uscito subito di scena.

      Mi piace

      27 dicembre 2014 alle 12:31 pm

  2. Pingback: C’era una volta a Lucca – La tempesta | Iho's Chronicles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...