Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Mansions of Madness

Domenica abbiamo giocato la nostra prima partita  a Mansions of Madness all’oratorio dei carmini aka Thuderdome. Abbiamo comprato la versione inglese della fantasy fligth games. Mica possiamo aspettare la versione italiana… Il gioco promette orrore cosmico in case infestate dagli orrori di Cthulhu e dai grandi antichi e mantiene le promesse.

Abbiamo giocato con l’aggiunto della prima edizione e dei misteri del bosco ed effettivamente l’app ha mixato modelli e tiles presentando in gioco un po’ di tutto dalle varie espansioni. Se non avete scatole della prima edizione di Mansions of Maddness consiglio quindi di comprare le collector editions per una migliore esperienza di gioco.

Il maggiordomo ci ha chiamati perché aveva il presentimento di accadimenti terribili. Siamo entrati nella casa e abbiamo sentito un tremendo raspare da una porta abbiamo quindi preferito barricarla per evitare scontri. Siamo subito partiti con la hall della prima edizione.

14449042_10210236005406968_6141212859884968204_n

Peccato che dietro quella porta ci fosse il maggiordomo e una bestia orrenda lo abbia ucciso e sia riuscita a sbaragliare la barricata senza problemi. Il primo orrore dei miti di Cthuluh minaccia di attentare seriamente alla nostra sanità mentale.

Il tutto ha creato tutta una serie di problemi successivi perchè la porta incriminata ha continuato a vomitare streghe, druidi e cultisti mentre la nostra sanità mentale scemava. I grandi antichi cominciavano a chiedere il loto tributo di anime e sangue.

In un momento di calma abbiamo aperto una porta la piano superiore ma è stato un errore perché immediatamente sono stati vomitati nuovi mostri e intanto il nostro turno era alla fine.

La seconda edizione di Maisons of Madness oltre ad avere il vantaggio di un setup estremamente veloce scorre via abbastanza veloce grazie all’app che gestisce le situazioni e definisce i tipi di test e la loro difficoltà eliminando parte dei lead time dati dalle carte nella prima edizione.

Difficile è rimasto come sempre difficile. Le abbiamo prese nonostante fosse uno scenario a difficoltà 2

Propositi per il futuro: giocare un gruppo con personaggi meno bilanciati e cercare di avere qualcuno più da picchio.

Se il vostro obbiettivo è di morire di paura in una casa infestata dalla progenie dei grandi antichi allora questo è sicuramente il boardgame che fa per voi.

Annunci

Una Risposta

  1. Aspetto Asterion, a Lucca dovrebbe esserci. Intanto devo finire Il Richiamo Della Foresta!

    Mi piace

    30 settembre 2016 alle 11:00 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...