Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Il nuovo prescelto

“Cittadini di Istengard vi sia noto che nella città di Marieburg un nuovo prescelto di Sigmar è sorto, ad un anno dalla morte di Valten.

Con l’avvicinarsi dell’ora più buia nuovamente il sommo padre dell’Impero ci mostra una giuda per affrontare le orde nere del Caos che vogliono travolgere l’ordine e la pace delle nostre contee.

Vi esorto popolo di Instgard unitevi anche voi alla moltitudine che già accorre ad acclamare il suo nome e portarlo in processione verso Altdorf.

Spargete la buona notizia il prescelto si è reincarnato.”

Parole di Mathilde Ermyne Aldedra pronunciate poco prima di essere raggiunta da un colpo di moschetto.

La prima sessione di Warhammer Fantasy rpg è iniziata subito con un furioso combattimento prima che la blaterante NPC potesse terminare di declamare il prologo con i personaggi ancora emeriti sconosciuti che si sono trovati ad essere gli unici rimasti nel fuggi fuggi generale ad affrontare dei mutanti.

Il tutto solo per poi sentirsi apostrofare come prescelti da una pazza fanatica.

Mai come in questo momento il Vecchio Mondo avrebbe bisogno di Eroi, ma sfortunatamente bisognerà accontentarsi di un acchiappa topi, di uno spezza scudi, di una strega e di una nobile decaduta. Tutti con dei tiri sfigati sulla vita è sul fato.

Annunci

4 Risposte

  1. Glorioso inizio, e inoltre è risaputo che il successo glorioso (beh… circa) dei personaggi è inversamente proporzionale ai punti fato!

    Piace a 1 persona

    10 dicembre 2016 alle 9:16 am

    • Che stanno già finendo dopo che come preludio all’avventura ho fatto un mix fra “attraverso il darkvald” e”il mulino maledetto”

      Piace a 1 persona

      11 dicembre 2016 alle 7:40 am

  2. Bhe nella mia campagna un ladro di cadaveri, un postiglione, un boia, un marinaio e un bandito stanno cercando di destreggiarsi una rivolta irredentista e la controparte reazionaria in un Nordland che fronteggia una nuova invasione del caos.
    Dopotutto a WH non si hanno mai gli eroi che servono, ma quelli che l’Impero si merita.

    Piace a 1 persona

    12 dicembre 2016 alle 5:18 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...