Continua il mio secondo esperimento di gioco in solitario utilizzando l’ambientazione di Dark Sun per AD&D e le regole di dimensione Avventura e Mythic, effettivamente la struttura dei flipbook si adatta abbastanza bene al modo di funzionare di Mythic. Anche se ci sono degli spoiler, poiché il giocatore deve leggere anche la parte per il master, il fatto che una scena potrebbe cambiare o essere totalmente sostituita rispetto a quanto previsto, lascia comunque un certo margine di sorpresa.

Scena 2 fuga – il carro su cui viaggiamo viene assaltato da un gruppo di predoni elfi supportati da alcuni maghi.

Fattore caos sale a 6 dopo ben tre eventi casuali in una stessa scena, tiro un 3  quindi la scena è alterata.

Obiettivi: trovare un modo per scappare

Vendicarsi della donna non morta

Personaggi non giocanti

Aleka, guardia carovaniera sadica e fortemente disinibita

Uno psionico guidatore del carro

Altri 7 comprimari fra guardie e mercanti.

Questo è quello che Kurik ha imparato sulla conformazione del carro.

Trattandosi di un fantasy post apocalittico valgono i soliti avvisi sulla possibile presenza di materiale esplicito destinato ad un solo pubblico adulto.

Originariamente avremmo dovuto cominciare con le grida degli elfi che attaccavano il carro, invece visto che la scena è alterata questo si traduce nel fatto di scoprire che Aleka è stata pagata dalla sua sorella di Sheeba per renderle la vita un inferno. La scena inizia con Aleka che comincia a prendere a calci Sheeba, mentre la deride e la informa sui modi creativi che utilizzerà per rendere il suo viaggio un inferno.

Sheeba perde 3 punti resistenza.

Grido un insulto ad Aleka anche se so che non serve a niente, non mi pare comunque il modo di trattare una prigioniera anche se un tempo era una nobile.

È a questo punto che si sentono dei rumori provenire da fuori del carro. Si sente suonare l’allarme e Aleka resta indecisa se uscire dalla stanza o meno.

Approfitto della distrazione per liberarmi, faccio un test di abilità e riesco a togliermi le manette.

Furioso mi getto contro Aleka.

Abilità 7 resistenza 12 danno 2

La guardia combatte furiosamente ma anche se resto gravemente ferito riesco a sopraffarla, sebbene disarmato. Vista l’abilità elevata della mia avversaria per vincere ricorro alla spesa di due punti di fortuna.

Mentre sto combattendo, la donna aggredita da Aleka prova a liberarsi e ci riesce.

Visto quello che Aleka ha fatto a me e alla donna ammanettata sarei tentato di finirla ma le chiedo comunque di arrendersi, per quanto precario, un alleato armato potrebbe essere utile. A sentire dai rumori li combattimento non sta andando a favore del carro e varie palle di fuoco hanno colpito la struttura scatenando un incendio.

Aleka ci riflette e decide che forse è meglio arrendersi prima di rischiare di essere sopraffatta dagli elfi o da una rivolta degli schiavi.

Recupero le sue chiavi, ci sono quelle delle nostre manette? Tiro un sì, e le chiavi del deposito? Anche.

Con le chiavi libero tutti i prigionieri mentre Sheeba trattiene la guardia è le assesta un paio di calci. Poi  fissa al collo di Aleka un collare di cuoio con una cinghia: – così non scappi –

Faccio segno a Sheeba di seguirmi e darmi una mano mentre assieme ci rechiamo al deposito.

Veniamo interrotti dai predoni? Tiro un sì, quindi recuperiamo solo le armi che ci erano state sequestrare e una manciata di provviste prima che un gruppo di elfi ci cacci fuori dal carro.

Post precedentePost successivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...