Siamo arrivati all’ultimo episodio del mio secondo esperimento di gioco in solitario utilizzando le regole di Mythic e Dimensione Avventura / Fighting Fantasy

Scena 17 Kled

 I nostri personaggi sono arrivati a Kled e vengono presentati al capo villaggio

Obiettivi

Vendicarsi della sorella di Sheeba

Scoprire chi ci sta osservando

Difendere Delkash e Sua figlia Sabine dall’alta sacerdotessa Thakok An

Sviluppare la romance fra Delkash e Sheeba

Sviluppare la romance fra Aleka e Sheeba

Studiare il libro di magia del re stregone Kalid-Ma

Attenzione c’è un vampiro ad Urik

Indagare le rovine a Kled (?)

Arrivare a Tyr

Personaggi non giocanti

Delkash ax mante del re Kali-Ma e amante apoqdi Sheeba. È anche un libro degli incantesimi vivente.

Ex schiavi, 3 prigionieri del carro sono ancora vivi e ci seguono con ritrosia  Abilità 4 resistenza 5 danno 2

Sheeba, nobile in disgrazia, ha una relazione con Delkash e si fingono sposate.

L’ultima scena è stata relativamente tranquilla quindi il fattore caos scende a cinque, la scena viene stravolta quindi consulto gli oracoli di iron sworn per un’idea, per variare dal solito privo a tirare sulla tabella dei problemi del centro abitato.

Genero spedizione inaspettata.

Veniamo attaccati dai razziatori elfi? Tiro un sì

Uccidono il capo villaggio? tiro un sì

C’è uno stregone con loro? Tiro un sì

Un gruppo di elfi a cavallo ci attacca al grido di traditori assassini e il loro capo incenerisce con un getto di fuoco il capo villaggio che stava per iniziare a parlare con noi.

5 cavalieri e il loro capo si avventano su di noi.

Elfi

Abilità 6 resistenza 7 attacchi 1 danno 2

Abilità 7 resistenza 20 attacchi 1 danno 2

Può perdere 5 punti resistenza per causare 10 danni ad un avversario una volta per turno.

Il combattimento che segue è selvaggio e i nostri personaggi ne escono esausti e vivi solo per miracolo.

Domani bisognerà capire cosa fare con gli elfi ma per questa notte stendiamo un velo pietoso sul sesso folle fra Delkash e Sheeba a cui parteciperà anche la ritrosa Aleka, a volte la convivenza ha un prezzo pesante e infondo bisogna festeggiare il fatto di essere sopravvissuti alle terribili prove del deserto di Athas.

In questo momento i predoni elfi, le rovine in Kled e i nemici che da distante osservano i nostri eroi sembrano una cosa trascurabile rispetto alla consapevolezza di essere ancora vivi.

Per ora concludo qui il mio esperimento di gioco in solitario con l’ambientazione di Dark Sun, questa partita mi ha dato molte soddisfazioni dal punto di vista tecnico e degli strumenti che ho potuto collaudare, molte scene hanno avuto elementi che mi hanno piacevolmente sorpreso, nonostante ormai io conosca questa avventura a memoria. Sono rimasto invece meno soddisfatto dal punto di vista delle emozioni che ha saputo suscitare la storia, probabilmente risente degli anni dell’avventura e dalla difficoltà di gestione di un gruppo numeroso di personaggi non giocanti non avendo avuto a disposizione handout visto che giocavo da cellulare.

Per il futuro un buon proposito sarebbe quello di tornare a giocare usando il cartaceo, spazio permettendo.

2 pensieri su “Dark Sun – A Little of Knowledge – Kled

  1. L’avventura mi è piaciuta anche se ci sono stati meno colpi di scena rispetto a quella di Chtulhu, però ha reso molto bene la difficoltà di sopravvivere in un mondo come quello di Athas! Cosa interessante che siano sopravvissuti anche dei png a scapito di alcuni dei “protagonisti principali”, in una partita “canonica”,a cui sono abituato, sarebbero stati i primi a schiattare, diciamo che dopo il G.O.T. di Martin ed il suo “Valar Morgulis” ormai nemmeno i protagonisti sono al sicuro! Sempre dal punto di vista della sopravvivenza anche il fatto che siano sopravvissuti personaggi principali femminili legati sentimentalmente tra loro rende la storia più matura anche nel contesto della nostra attualità: Girl power e free love!
    Grazie di tutto Ursha rimango sintonizzato in attesa di nuove storie! 😉

    "Mi piace"

    1. In fighting fantasy entrambi gli antagonisti di uno scontro tirano assieme quindi se si sceglie di combattere si corre sempre il rischio di essere feriti. Gli NPC possono trattenere gli avversari in scontri numerosi ma non prendersi ferite destinate agli altri eroi. Si tratta comunque di un gioco “vecchia scuola”.

      Relativamente ai personaggi femminili questi erano meno orientati al combattimento e questo sicuramente ha aiutato la loro sopravvivenza. Aleka comunque non è affatto contenta di far parte di un triangolo amoroso, però un altro aspetto di Dark Sun è che bisogna saper fare buon viso a cattivo gioco.

      Gli spunti per proseguire sono in verità molti, ma la creatività è un po’ scemata.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...