Io sono Ailei e se non avessi dedicato il mio tempo ai vagabondaggi nel bosco forse a quest’ora sarei una sacerdotessa e avrei accompagnato la mia maestra nel viaggio disperato verso cui si è incamminata e magari le cose sarebbero andate diversamente…

La mistica isola di Avalon, che un tempo era luogo felice e gioioso, sta lentamente svanendo avvolta dalle nebbie, sotto il nefasto influsso dell’Anomalia, rendendo inospitale e corrotte le nostre terre un tempo prospere.

Un tempo Avalon era un luogo abitato solo da esseri soprannaturali, poi l’isola venne invasa dal l’umanità sotto la guida di re Artù che, grazie al potere del Graal, conquistò l’isola e relegò gli abitanti originari ai confini del mondo in un luogo avvolto dalla nebbia. A sancire il dominio dell’uomo vennero eretti i Menhir, strutture avvolte dal mistero e dal mito, custodi della fiamma sacra in grado di tenere a bada i progenitori.

Da allora sono passati secoli, ben quattrocento anni, e col tempo la storia è diventata leggenda e la leggenda è sbiadita nel mito… così abbiamo perso la conoscenza per mantenere vive le fiamme dei Menhir.

Sempre più debole, ora questo potere non è più in grado di svolgere come un tempo la sua azione protettiva e riesce ormai a difendere solo piccole porzioni di terreno dall’avanzare dell’anomalia.
I più grandi eroi del villaggio di Cuanatch, fra cui la mia insegnante, sono a partiti in cerca del segreto per rianimare le sacre fiamme e trovare un modo per bloccare l’anomalia,
ma da giorni non abbiamo più loro notizie, così sono andata a chiedere aiuto a Beor il fabbro e da lì sono cominciati i guai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...