Per questo secondo episodio della mia esplorazione in solitario della città di Mordheim ho deciso di provare a giocare con le regole originali di Mordheim e alcune aggiunte prese dalla prima edizione di warhammer quest, in primis un numero maggiore di ferite.

Come sempre l’avventura in solitario è strutturata seguendo le linee guida per scene di Mythic e alcune regole di Ironsworn.

Personaggi
Albert il cacciatore di streghe
Sigmar mi ha mostrato il giorno della mia morte e non è oggi: ignora il primo risultato di fuori combattimento e lo considera stordito.
Odia le streghe
Xerrad lo Zoppo
Ladro: superando un test di iniziativa può aprire serrature. Zoppo, ha una gamba di legno.
Odia le streghe
Ulfritch il Senza Dito, il fanatico
Pazzo fanatico: supera automaticamente tutti i test di disciplina

Obiettivi
Albert deve compiere una Missione per Sigmar
Xerrad lo Zoppo cerca redenzione
Ulfritch il Senza Dito spera di riuscire a quietare la propria furia dandole sfogo

Scena 2.

Al secondo giorno di viaggio nella città dei dannati il gruppo si imbatte in un tesoro nascosto in delle rovine infestate.
Sulle tracce dei cacciatori di streghe ci sono però Mercenari e Skaven
Lo scenario è alterato. Le tabelle del destino di Ironsworn mi suggeriscono che c’è un cambiamento dovuto all’orgoglio.
Il gruppo è arrivato al luogo dove era nascosto il tesoro, ma i Mercenari lo hanno battuto sul tempo e loro hanno già preso il bottino.
Come devoti cacciatori di streghe, timorati nella fede di Sigmar non possiamo tollerare un simile affronto, bisogna inseguire quei furfanti.
Xerrad cerca di seguire le tracce e con un uno su una prova di iniziativa ottiene un ottimo risultato.
L’inseguimento prosegue veloce e presto il gruppo riesce ad intravedere i Mercenari fra le rovine, poiché questi ultimi sono rallentati dal carico che trasportano.
Hanno un asino con loro? Tiro un sì
Sono armati di fucili? Tiro un sì
Gli Skaven compaiono mentre stiamo inseguendo i Mercenari? Tiro un no
Nel frattempo le schioppettate dei Mercenari raggiungono i cacciatori di streghe.
Della salva di sei colpi, per fortuna, solo uno ferisce uno dei gregari.
Poi i cacciatori di streghe sono addosso ai disgraziati, il fanatico ne decapita uno colpendolo con il suo flagello. Lo spettacolo della testa spappolato, che viene strappata dal collo per la botta, è alquanto macabro, merita un test di volontà per mantenere i nervi? Tiro un no, peccato, ma sono evidentemente dei bravacci di strada sporchi, imbruttiti e sfregiato, che non si spaventano facilmente per la morte di un loro compagno.
Albert potrebbe rispondere con le pistole, ma preferisce andare in corpo a corpo e ferisce un nemico.
Xerrad viene a dargli una mano e prova un colpo alle spalle, colpisce e uccide l’avversario di Albert.
Il seguace che era stato ferito dalla fucilata viene colpito da un mercenario e rimane incosciente.
Gli altri seguaci si scontrano con gli ultimi tre Mercenari
Il fanatico fallisce il successivo attacco, ma riesce a rispondere al secondo e uccide un altro Mercenario ferito. Albert viene ferito da un Mercenario e Xerrad ferisce un Mercenario.
Restano 5 dei seguaci dei cacciatori di streghe, contro gli ultimi due Mercenari e lo scontro si trasforma in un massacro, nessuno viene risparmiato e i moribondi vengono finiti spaccando loro le teste con pietre e bastoni.
È ancora troppo presto per tirare un sospiro di sollievo, non facciamo a tempo a controllare il bottino che compare un gruppo di Skaven.

Continua…

Post precedentePost successivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...