Aggiornamento di servizio

Dopo tre mesi nei quali vari impegni mi hanno nuovamente distratto dal blog, ieri sono finalmente riuscito a trovare il tempo per cominciare una nuova partita di Fighting Fantasy e Mithyc, approfittando dell’inizio delle ferie, solo per essere interrotto da una richiesta di assistenza tecnica urgente dopo mezz’ora di gioco.

La prossima settimana spero di essere più fortunato.

Spell-Eater’s Spring

Dyson's Dodecahedron

Under the hills of Pantesh are a number of old springs that no longer bring water to the lands above. These days farmers dig deep wells to access the ancient waters, or they have moved to the rivers that frame this hilly land.

If you know where to look, if you can feel the shape of the land, you can find the remains of the old springs. Nazare Spell-Eater, a nut-brown druid from Seven Marches, found her way to this spring and summoned elementals of the stone and water to sculpt it into a natural temple.

Spell-Eater's Spring Spell-Eater’s Spring

As the waters receded, they left steps in the stone which she leveled, and gaps in the stone which she expanded and smoothed. But that was during the early days of the wars, and much has been lost or forgotten in the century since.

Now this temple to stone and water lies…

View original post 215 altre parole

The Miasmic Intrusion

Un’altra interessante mappa per cui spero di trovare un utilizzo a breve.

Dyson's Dodecahedron

The stairs just opened into the land one day, and the miasma began to creep forth. Down beneath are twisted ruins that were not here before – a temple half-formed and then warped and destroyed. A stillborn abscess in the land where otherworldly gods would be worshiped and summoned.

The Miasmic Intrusion The Miasmic Intrusion

I tried to draw this to feel not so much like a ruined temple, but the concept of a temple that was half-formed from diseased clay by someone not really sure of the process involved, nor the gods worshiped within.

This was put together based on a request and description by Evey Lockhart and is now the map for “The Miasmic Intrusion”, a Troika! adventure that she wrote and which is available for free from In Search of Games.

You can get your free copy of The Miasmic Intrusion here.

But also feel free to use the…

View original post 75 altre parole

La ricerca del sacro Graal, l’imboscata di Tintern Abbey

Comincia la terza scena dell’avventura a Tintern Abbey che dovrebbe riguardare, caos permettendo, l’esplorazione del secondo livello dell’abazia. L’avventura è sviluppata senza master, utilizzando gli strumenti forniti dai regolamenti di Mythic e ABS12, il sistema di gioco è basato come sempre su Dimensione Avventura e Fighting Fantasy, squadra vincete non si cambia.

I thread ancora aperti sono

  1. Andare dalla Dama del lago
  2. sviluppare la romance fra Brian e Rose per scalare il rating di gradimento del network – bisogna placare disappunto di Lord Claus Blois, restano 4 giorni di tempo, due li avevamo consumanti con il viaggio dalle bloodied stones a Tinrern Abbey
  3. Visitare Tintern Abbey e sconfiggere il diavolo

Disclaimer: Questa è la relazione di una partita di gdr dark fantasy quindi alcuni contenuti potrebbero essere espliciti.

Continua a leggere

La ricerca del sacro Graal – Viaggio verso Tintern Abbey, conclusione

Con questo post concludo lo svolgimento della prima scena dell’avventura a Tintern Abbey, come sempre l’avventura è sviluppata senza master, utilizzando gli strumenti forniti dai regolamenti di Mythic e ABS12, il sistema di gioco è basato su Dimensione Avventura e Fighting Fantasy

I thread ancora aperti sono

  1. scoprire i piani degli adoratori di Nyarlathotep
  2. andare dalla Dama del lago
  3. sviluppare la romance fra Brian e Rose per scalare il rating di gradimento del network
  4. Visitare Tinern Abbey e sconfiggere il diavolo
  5. Sconfiggere i druidi e distruggere l’antico mai nato.

Riepilogo dei personaggi deceduti:

Ian Mc Leod, predone scozzese ucciso due volte.

Baldwin, scudiero morto nella prima avventura

Bridget, barbaro verso cui sir Brian aveva del tenero, deceduta

Oron, avversario di Rose deceduto

Jean Jaques la Roche, cavaliere morto per difendere l’onore di Rose

Personaggi Non Giocanti ancora attivi

Rose, l’NPC he fino ad ora è riuscito a svilupparsi di più nella storia. Strega e sacerdotessa di Freya, masochista, ha sviluppato uno strano rapporto di sottomissione verso sir Baldwin, che non è ancora chiaro a lui né a lei. Sta lentamente impazzendo.

I suoi baluardi della sanità sono: la devozione a Freya, i voti cavallereschi, la fiducia in Cameloth come salvezza dell’umanità.

Jhon Wichikam, professore americano, il suo cervello è rinchiuso in un vaso Mi Go, viaggia con il gruppo

Disclaimer: Questa è la relazione di una partita di gdr dark fantasy quindi alcuni contenuti potrebbero essere espliciti. Continua a leggere

La ricerca del sacro Graal – Viaggio verso Tintern Abbey parte quarta

Continua la prima scena dell’avventura che dovrebbe portarci a Tintern abbey.

La strada sembra diventare sempre più lunga e la prima scena sta cominciando a diventare una specie di storia infinita.

I thread ancora aperti sono

  1. scoprire i piani degli adoratori di Nyarlathotep
  2. andare dalla Dama del lago
  3. sviluppare la romance fra Brian e Rose per scalare il rating di gradimento del network
  4. Visitare Tinern Abbey e sconfiggere il diavolo

Ci sono altri imprevisti prima di trovare lo studioso? Stranamente tiro un no

Continua a leggere

Claustrophobia sei anni dopo

Questo è un esperimento di gioco con il regolamento di Heroquest e il materiale di claustrophobia, che era rimasto nel cassetto per molto tempo. IMG_20170415_164655

È una corsa contro il tempo per fuggire, tempo simulato dal dado verde. Continua a leggere

Un interessante circolo Druidico, penso che lo utilizzerò a breve in qualche avventura.

Deep in the woods, followers of the old faith still perform their blood sacrifices to appease ancient evils. These are the druids of the Bloodied Stones. This druidic circle appears to be exactly what most PCs seem to expect from the archetype – reserved nature worshipers who prefer their own kind and will only be […]

via The Bloodied Stones – a Druidic Circle — Dyson’s Dodecahedron

La ricerca del sacro Graal – l’astronave sotto Stonehenge seconda parte

Dopo una lunga settimana di lavoro online sono nuovamente pronto a riprendere il mio esperimento con Fighting Fantasy e Dimensione Avventura. I thread di Mythic attualmente aperti sono

  1. capire se Stonehenge fornisce informazioni sulla storia di Merlino e di Cameloth
  2. scoprire i piani degli adoratori di Nyarlathotep
  3. andare dalla dama del lago
  4. sviluppare la romance fra Brian e Rose per scalare il rating di gradimento del network

Dopo l’intermezzo dedicato all’introspezione, decidiamo di proseguire sulla biforcazione di sinistra e ci troviamo ad affrontare degli strani orrori striscianti, i crawling ones.

Continua a leggere

Tabelle dell’influenza del Caos e dei Miti

Questa è una serie elementi di causali che possono essere usati dal game master per introdurre risvolti inaspettati e imprevisti nell’avventura o come fonti di idee e spunti quando non vi fossero idee su cime proseguire. Il materiale è stato pensato con l’idea di essere usato per Call of Cthulhu o Love Behind the Age of Cthuhu nel mento in cui siete abbastanza masochisti da voler dare un ulteriore twist agli eventi

Per usare queste tabelle serve avere un mazzo di tarocchi, pescate da una a tre carte a vostro rischio e pericolo e consultate le tabelle sottostanti, pensate alla peggiore interpretazione che vi venga in mente di quanto  pescato.

Continua a leggere

Personalmente ho una grande passione per i dungeon di piccole dimensioni, a riguado segnalo l’ultima iniziativa di Dyson Logos, che partirà con una nuova serie di pappe in formato 3×5 pollici. Sicuramente ne trarrò ispirazione per Fighting Fantasy

The bloodied warrens are a small set of caves that were converted over the years into a complex by the Coalbone dwarves before they moved to the Dormont Hills. They abandoned this complex when the underground stream became tainted – running a pale red as if there were blood in the water. While the Coalbone […]

via Index Card Map – The Bloodied Warrens — Dyson’s Dodecahedron

Nuova scheda per Love Behind the Age of Cthulhu

Pubblico un nuovo aggiornamento della scheda del personaggio di Love Behind the Age of Cthulhu dopo ulteriori test.

Love Beyond the age of cthulhu scheda

Il materiale come sempre è liberamente ispirato alla guida al regolamento di  Dimensione Avventura / Fighting Fantasy pubblicata su Librogame’s Land.

La storia di Randolph Carter

Io sono Swami Chandraputra, il bramino di terre ora occupate dai Mi-go e un tempo note come India, il veggente, il camminatore nei sogni. Io ero vecchio quando ancora Arkam, la città delle streghe non era ancora stata distrutta e l’impero coloniale rifondato non era esisteva ancora, a quei tempi mi chiamavano Randolph Carter.

Io sono il guardiano della Chiave d’Argento e il mistero della chiave è la capacità di attraversare tutte le soglie, compresa l’Ultima Soglia. A prezzo della dannazione eterna è possibile acquisire la capacità di comprendere il segreti ultimi del cosmo, che poi in fondo sono l’orrore definitivo, e diventare simili per sapienza agli antichi che dormono sognando in continuazione questi misteri.

Da quando esiste l’universo a sole 12 creature terrestri è stato consentito di apprendere i segreti che possono annichilire l’anima e distruggere la mente dell’uomo e solo sei di queste erano umane.

Ora la chiave d’argento mi è sta rubata nonostante gli empi sigilli da cui era protetta.

Non so chi l’abbia in mano ma le mie divinazioni mi hanno detto che si trova nella regione desertica dell’Impero Colonaile d’America, presso il monte Drago.

Ho scelto voi fra la peggiore feccia delle pianure, diseredati, traditori, criminali, reduci, uomini e donne senza alcun futuro coloro che non hanno niente da perdere nell’affrontare questa impresa che io stesso considero suicida.

Se la chiave tornerà ad essere custodita nel suo santuario riceverete mille crediti di ricompensa.

Oltre alla chiave dovete trovare anche la pergamena in cui era avvolta e la scatola di legno profumato in cui entrambi gli oggetti erano contenuti.

Forse a voi non interessa nulla, ma, se la chiave restasse nelle mani di stregoni malintenzionati troppo a lungo, allora i pericoli per la razza umana potrebbero essere enormi.

Preludio all’era di Cthulhu

Vi sono chiaramente stelle malvagie. Stelle che come il pendolo dell’orologio a muro scandiscono i movimenti degli uomini, ne predono il controllo e impediscono loro di deviare dal cammino prestabilito, trasformandoli in ingranaggi che muovono lancette, fino a quando risuona il dong della mezzanotte.

Fu così, che in un giorno in cui Sirio splendeva fulgido nel cielo notturno, così fulgido da essere distinguibile dalle terrazze nonostante l’inquinamento luminoso, Nyarlathotep arrivò nella città di Arkam, sulle rive del Miskatronic, nel New England, preceduto dalla fama di sapiente, scienziato, psicologo ed esoterista.

Preceduto anche da una fama più oscura e sinistra. Strane profezie venivano sussurrate agli angoli dei bar all’arrivo di Nyarlathotep e le città perdevano la loro tranquillità, avvenivano strane sparizioni e nascevano strani culti.

Ma nell’era dell’Egemonia l’uomo si era liberato di dei e leggende, aveva rimosso i vincoli che lo avevano incatenato per secoli al potere teocratico, ma non sapeva ancora di aver anche perso il buon senso e di aver gli avvertimenti innegabili contenuti nei libri antichi, scartati come favole per bambini, retaggio dell’ignoranza di un uomo primitivo.

E ora la strada per Nyarlathotep era spianata, come mai prima di allora nei suoi viaggi. Il momento del compimento era giunto mentre l’uomo aveva iniziato il viaggio verso Plutone, come preannunciato diciassette secoli prima da colui che sussurrava nel buio.

E così i professori e i tecnici, discendenti di coloro che avevano lavorato alla creazione degli immensi cervelli delle navi USS-CH vennero ad ascoltare il simposio di Nyarlathotep, presso l’altissima torre del sapere, orgogliosi del riconoscimento tributato loro da un simile esperto di fama mondiale.

Loro rifiutavano il nome popolare di “Dei d’acciaio” dato dal volgo alle loro creazioni dotate di intelligenza artificiale e il soprannome di “Torre di Babele” che gli studenti avevano coniato per la nuova sede universitaria. Nomignoli che purtroppo erano la dimostrazione che c’era ancora traccia delle antiche superstizioni e che l’uomo non aveva ancora raggiunto la sufficiente statura morale per essere il centro dell’universo.

Nyarlatotep parlò della quarta dimensione, dei profili quantistici dell’universo, di forme d’onda, estrapolazioni di matematiche non euclidee, spiegò come lo spazio fosse curvo e l’applicazione della geometria non euclidea permettesse la congiunzione dei luoghi distanti con uno spostamento minimo. Parlò con carisma, brillante oratoria e limpide dimostrazioni matematiche in un modo ineccepibile e limpido.

Si sarebbe potuto raggiungere plutone in pochissime ore, anzi Plutone stesso avrebbe potuto raggiungere la terra – mormorii increduli fra il pubblico – anzi plutone fra pochi minuti sarebbe apparso nel cielo e una pioggia di fiamme avrebbe distrutto nuovamente la torre di babele e disperso le lingue degli uomini come già fece l’unico Dio dimenticato nei tempi moderni.

I professori e i luminari, che fino ad allora avevano ascoltato interessanti, risero e iniziarono ad insultarlo.

Poi vi fu un rombo e un tremore nel cielo e gli astanti guardarono fuori della sala, un nuovo copro celeste splendeva nel cielo, una nuova Luna, solo che più grande e da essa delle enormi stelle cadenti scendevano verso la terra.

Era Plutone migrato e le USS-CH che venivano a schiantarsi contro Arkam.

Fu la volta di Nyarlathotep di ridere di quegli scienziati, lui non temeva minimamente il fuoco che stava per scendere dal cielo, ma loro da secoli non avevano più alcun Dio a cui raccomandare la loro anima nel momento della fine e sarebbero stati lo splendido banchetto degli Dei Esterni.

Per un momento rise e bestemmiò come solo il suo signore, il caos cieco, idiota e ribollente, sapeva ridere e bestemmiare, poi riprese la compostezza, lui era l’araldo degli Dei non poteva indulgere nella follia, doveva viaggiare per preannunciare la fine dei tempi e il viaggio era ancora lungo.

La scuola nera

Nella continua ricerca di fonti di ispirazione per il modo Rinato dopo la resurrezione di Cthulhu mi sono imbattuto in questo articolo di Mauro Longo su Caponatameccanica relativo a spunti per il dark fantasy italiano ed europeo.

Quanto è verosimile il vostro fantasy? La Scuola Nera dei Salomonari

scholomance

Per ora mi sto concentrando a giocare il mondo reinventato di Re Artù , però tenendo conto che Dracula ha toccato il suolo inglese non escludo che un giorno Salomonari non potrebbero comparire anche nella malefica Albione o in alternativa nel Sacro Romano Impero Rifondato.