The Twilight Descent

I must find an inspiration to play this map

Dyson's Dodecahedron

Twilight Descent (300 dpi promotional - no commercial license)
Twilight Descent (300 dpi promotional – no commercial license)

Ancient stairs wind down into this semi-covered hole where the sun never shines. At one time a descent into old tombs and crypts, it has now become the dwelling of a scavenging tribe of subhuman morlocks – descendants of the peoples who once sealed their dead away in this very hole.

Twilight Descent (1200 dpi)
Twilight Descent (1200 dpi)

Stairs descend from the surface to the base of the hole. If assumed to be directly representational illustrations of stairs, they descend some 45 feet or so from the surface. The walls of the hole at the bottom are pierced in several places by both human sized cave entrances and a number of smaller holes for the morlocks to watch for invaders.

These same stairs split on their way down – one set circling the central stone to the bottom, the other set following the wall…

View original post 363 altre parole

Bloodborne e il gatto

Oggi anche il mio gatto… ok il gatto della mia fidanzata si è messo a giocare a bloodborne.

Bloodborne the boardgame – unboxing

Questa settimana ho finalmente trovato il tempo per cominciare ad aprire e separare il materiale delle scatole di Bloodborne the Boardgame, Bloodborne Blood moon e Bloodborne Chalice Dungeon. Non sono neppure ad un terzo dell’opera ma non penso che affronterò le successive scatole prima di aver iniziato a giocare.

Una prima considerazione che mi viene da fare dopo aver aperto il gioco è che, visto lo spessore e la delicatezza delle carte, anche se sono poche le carte che necessitano veramente di essere mescolate, per evitare danni mi conviene probabilmente imbustare tutte quelle usate di frequente.

Anche se ho appena iniziato a prendere in mano il gioco da tavolo di Bloodborne, ho già scaricato da boardgame geek un’espansione che permette di regolare la difficoltà del gioco.

Il mio prossimo progetto è di creare le carte miniboss per Bloodborne dei Man Eater Boar, i Fluorescent Flowers e i Merciless Whatchers

Le dimensioni contano e non posso fare a meno di pensare al verro diabolico di Dungeons and Dragons

La prossima volta dovrei riprendere con le avventure di Dark Sun.

Blood Borne the boardgame

In un’altra epoca, prima di fidanzarsi una seconda volta, prima del covid, prima dei progetti di matrimonio, c’erano le strade di Yharnam e la paura del sangue antico e avevo partecipato al kickstarter di Blood Borne the boardgame.

Un mese fa ho ricevuto la pledge all in e queste sono le prime foto.

Ora ho quattro bambole, almeno un paio penso di regalarle una la potrei usare come miniatura di Teferine Karrer in Kata Kumbas

Se mi vedete assente dal blog ora sapete che sto giocando a blood borne..

The Old Throne

I like the idea of a dungeon behind the throne.

Dyson's Dodecahedron

The Old Throne (300 dpi promo, no commercial license)
The Old Throne (300 dpi promo, no commercial license)

Little remains of old Wilton Keep, razed in the early years of the great war by the elves. A few crumbling remains of walls and fortifications atop the hill conceal the secret exit from the war room beneath the keep.

The Old Throne (1200 dpi)
The Old Throne (1200 dpi)

All other access ways to the underkeep were destroyed in the fighting, and much of the subcomplex has collapsed. The secret entrance comes in behind the throne in the old war room and was meant as a secret escape tunnel if the keep were to fall. Now partially collapsed stairs lead down here and the further one gets from the old war room, the worse the shape of the complex gets.

The Old Throne (1200 dpi - no grid)
The Old Throne (1200 dpi – no grid)

Nothing remains secret forever though, and someone has started using the old complex to gather their followers…

View original post 248 altre parole

Five Minute Map #4

I know that this is an old map but i want find an use for it, probably for a Kata Kumbas adventure

Dyson's Dodecahedron

This particular Five Minute Map went way better than my prior ones – I got a lot more cross-hatching and detail into the map before the time limit reared it’s ugly head.

Five Minute Map #4 Five Minute Map #4

A small cliff-face with a path leading up along the edge with two caves – the second cave is accessed by crossing a small bridge between ledges, and then down a small switchback.

Drawn last Friday as my #FridayFiveMinuteMap (check out the hashtag on Google+ for other awesome mini-maps drawn by the community!)

View original post

Gloomforge Caverns

This is another map that i would like to use for the exploration of the subterrean stringhold of Keld in my current Dark Sun adventure

Dyson's Dodecahedron

Gloomforge Caverns (300dpi promo)
Gloomforge Caverns (300dpi promo)

There is the echoing sound of metal on metal under the hills of Mirnel Kuzek on the darkest nights of the year and some claim that on these same nights you can see a reddish glow emanating from a set of small rocky caves that now bear the name of the Gloomforge Caverns.

Gloomforge Caverns (1200dpi)
Gloomforge Caverns (1200dpi)

The reality is the Gloomforge Caverns were once a secret goblinoid base, a foothold for the forces of the ogre warlord Kisgrod Dornuug lead by one of the elite ragecursed diabolists. Their foothold did not last long and they were discovered and quietly slain by a team of covenlight elves. In the end, this precipitated the invasion of Kisgrod Dornugg and the rising of the hills themselves as mighty elementals at the beck and call of his diabolists.

Gloomforge Caverns (1200dpi - no grid)
Gloomforge Caverns (1200dpi – no grid)

Today the Gloomforge Caverns are still…

View original post 172 altre parole

The Ruined Keep of Madrual

I think that I will use this map to exolore the subterrean dwarven ruins under the village of Kled in Dark Sun

Dyson's Dodecahedron

The Nephilim Madrual arrived in these lands with an army of creatures from its home plane and was immediately besieged by the elves who had no interest in sharing their lands (or slaves) with the planar interloper. Madrual invested significantly in building up defenses against the elven strike forces and established a small line of defensive fortresses. The smaller fortresses are all gone, nothing remaining but the occasional moss-covered stones…

Ruined Keep of Madrual (300dpi promotional - no commercial license)
Ruined Keep of Madrual (300dpi promotional – no commercial license)

Of Madrual’s main keep, all that remains are the stumps of a pair of towers, a bit of wall, and a number of monolithic columns atop a hill that was once the rest of the keep. Beneath these ruins are three levels of understructures, also partially ruined by the assaults of the elves. While the surface ruins are home to a pair of giant eagles, they ignore the comings and…

View original post 345 altre parole

Manse of the Vile Beast

I think that I am going to use this map in my lastest Dark Sun experiment

Dyson's Dodecahedron

The dreams have one thing in common – a communion in a fallen temple. Ruins in the swamp with a single tower standing over the fallen stones. And something beneath, something calling, a remnant forgotten there for untold years; a final weapon or tool to be raised against the heretics who spread corruption and mutation in their wakes.

Manse of the Vile Beast (300 dpi colour)
Manse of the Vile Beast (300 dpi colour)

Beneath the old temple is a sunken sanctuary and the Crimson Reliquary. The dreams don’t only come to those who fight against the heresy, however. Something festers beneath the sanctuary – something foul and wet and vile.

Manse of the Vile Beast (1200 dpi)
Manse of the Vile Beast (1200 dpi)

The Vile Beast will not give up the reliquary easily. It hungers for those who would claim it for either side. It reaches out to hunt and devour…

Manse of the Vile Beast - Adcopy
Manse of the Vile Beast – Adcopy

The Manse of the Vile…

View original post 163 altre parole

Dark Sun – A Little Knowledge – Kurik

Non serve a molto essere un dio dell’arena e avere la possibilità di avere qualsiasi donna ai propri piedi, quando si è intrappolati in un carro di schiavi.

Continua a leggere

Ritorno su Athas

Alcuni giorni fa ho letto un articolo su Karavansara che ha fatto tornare in me la nostalgia di Dark Sun, l’ambientazione post apocalittica per D&D.

In questo periodo, in cui il mio esperimento di una campagna in solitario in salsa Cthulhu si sta arenando e Tainted Grail purtroppo richiede troppo tempo per essere continuato prima delle ferie, potrebbe essere una buona idea provare una one shot di Dark Sun.

Le avventure in stile flipbook di quell’ambientazione sono impostate per scene e quindi penso che potrebbero dare buoni risultati con Mythic, pensavo di partire con un classico, la campagna introduttiva del box base di Dark Sun, che vede gli eroi dispersi nel deserto lungo la strada verso Tyr.

Come sistema di gioco pensavo di usare dimensione avventura, come sempre nella versione “Guida al regolamento” , realizzato da librogame’s land. Esistono avventure in solitario anche per AD&D, ma il numero di statistiche da gestire sarebbe molto superiore rispetto ad un regolamento sviluppato per i Librogame, quindi, viste anche le difficoltà che avevo incontrato nell’usare la quinta edizione di D&D assieme con Mythic, penso che resterò ancorato al sistema di gioco collaudato.

Questo giro sto meditando di aggiungere anche gli oracoli di In a Wiked Age (qui trovate una traduzione), poiché il fatto di giocare da soli fa si che a volte si sia a corto di idee per trovare spunti o motivazioni per una data situazione che si verifica seguendo le linee guida del simulatore di game master.

Anche questa volta ho optato per schede realizzate in excel al cellulare per maggiore praticità nel gioco

Tainted Grail, i Menhir

Dopo una settimana di fatiche immani siamo riusciti a trovare il modo di riaccendere due Menhir localizzati uno ai tumuli degli antichi e uno nel villaggio di Sbiancata. Ora per un’altra settimana dovremmo essere salvi.

Sono stati giorni concitati pieni di strani incontri e terrore alla ricerca delle risorse da sacrificare alla statua

Allo stremo per la mancanza di provviste ci siamo recati al bosco del cervo per cacciare e la notte abbiamo fatto un sogno stranissimo, nel quale inseguivamo una colomba. La mattina ci siamo svegliati trovando ulteriore cibo confezionato in foglie nel nostro accampamento.

Quando siamo tornati al villaggio abbiamo scoperto che una bambina era stata divorata dai lupi. La strana coincidenza non ha potuto fare a meno di porci tremendi interrogativi su quale cibo avessimo mangiato e cacciato.

Questo non fu l’ultimo fatto inquietante della settimana, io ho scalato le spade degli antichi e trafugato l’oro che si trovava sulla sommità, Beor ha salvato una vergine arciera da morte certa e incontrato dei mercanti dai quali ha recuperato una claymore.

A sbiancata ho scoperto che la popolazione è estremamente denutrita e ho provato a curarli, non so se questo riuscirà a rimuovere l’innata ostilità dei suoi abitanti verso noi agricoltori di Cuanacht

Ora di fine settimana, fra un viaggio e l’altro, siamo riusciti ad accumulare abbastanza sangue e ricchezza per accendere i Menhir di sbiancata e degli antichi tumulti. Mentre io compievo il rito a sbiancata Beor lo eseguiva presso i tumuli.

Ci domandiamo cosa ci aspetterà ora…

Tainted Grail le prime impressioni

Dopo aver giocato due partite, l’impressione di avere di fronte un mega librogame con accessori si sta confermando.

Anche giocando in modalità narrativa l’esperenza di gioco vi asciuro che tutto fuori che traquilla, la modalità normale prmette di esssere abbastanza difficilina.

Nella prima partita mi ero mosso con troppa calma inducendo in quest accessorie, che mi hanno portato a sprecare tempo e ho ricomicato, ma la storia insegna che neanche correre è una buona idea in tainted grail.

Continua a leggere

Tainthed Grail The fall of Avalon

Tainthed Grail mi aveva incuriosito per la sua copertina, che racchiudeva tutta una serie di messaggi per nulla positivi. Avevo appena venduto lords of hellas e conquistato un buono sconto notevole, che ho subito riconvertito in un altro boardgame.

Fin dalle lettere di presentazione per i giocatori il gioco mette in chiaro di essere un horror dark fantasy abbastanza cupo, se noi abbiamo ricevuto questa missiva vuol dire che eroi molto migliori di noi non ce l’hanno fatta, eroi che, pur essendo nostri amici, non ci avevano ritenuti adatti a compiere questa missione.

Continua a leggere

La ricerca del sacro Graal. La resa dei conti parte prima.

Anche questa volta mi sono trovato a giocare dal cellulare nei ritagli di tempo della giornata. La nostalgia del gruppo di quattro o cinque persone è forte ma bisogna fare di necessità virtù.
I thread ancora aperti sono:
Andare dalla Dama del lago
sviluppare la romance fra Brian e Rose per scalare il rating di gradimento del network
sconfiggere lord Blois
Indagare sulla presenza dei Mi Go


Assieme a Sir Brian viaggiano:
JHON WICHIKAM, professore americano, il cui cervello è chiuso in un contenitore Mi Go. Non è chiaro cosa faccia in Inghilterra, il suo cervello è rinchiuso in un vaso Mi Go. Viaggia con il gruppo, al momento le sue uniche caratteristiche sono spirito 9 e sanità 6(8), ha competenze in storia, geografia, ingegneria e botanica.
CORM un barbaro con spada a catena, serve sapere altro?
ROSE, l’NPC che fino ad ora è riuscito a svilupparsi di più nella storia. Strega e sacerdotessa di Freya, masochista, stoica e tenace, ha sviluppato uno rapporto di sottomissione verso sir Brian, che è sfociato in una serata di sesso folle, ma non è al momento pienamente ricambiato. Sta cercando di recuperare dalla follia e definire il suo rapporto con il cavaliere .
Altri NPC di interesse: LORD CLAUS BLOIS, uno spettatore del network che il gruppo si è inimicato.
Avevamo lasciato Brian fuori della roccaforte di lord Blois dopo che aveva trovato tracce della presenza dei Mi Go. Il fattore caos è salito a 7. Oggi vorrei chiudere gli ultimi due tread secondari e tornare alla ricerca della dama del lago e del Graal. Come nel mito purtroppo la strada verso il talismano è costellata di distrazioni dall’obiettivo principale dell’impresa.
Per esplorare il sotterraneo mi serve una mappa e quindi sono andato a cercare qualcosa che mi ispirasse nel sito di Dyson’s Dodecaedron, ho deciso di utilizzare il sanctum of the blind prothean
https://dysonlogos.blog/2020/10/12/sanctum-of-the-blind-protean


Trattandosi di un’avventura dark fantasy valgono i soliti avvisi sulla possibile presenza di materiale esplicto destinato ad un solo pubblico adulto.

Continua a leggere