Bloodborne e il gatto

Oggi anche il mio gatto… ok il gatto della mia fidanzata si è messo a giocare a bloodborne.

Bloodborne the boardgame – unboxing

Questa settimana ho finalmente trovato il tempo per cominciare ad aprire e separare il materiale delle scatole di Bloodborne the Boardgame, Bloodborne Blood moon e Bloodborne Chalice Dungeon. Non sono neppure ad un terzo dell’opera ma non penso che affronterò le successive scatole prima di aver iniziato a giocare.

Una prima considerazione che mi viene da fare dopo aver aperto il gioco è che, visto lo spessore e la delicatezza delle carte, anche se sono poche le carte che necessitano veramente di essere mescolate, per evitare danni mi conviene probabilmente imbustare tutte quelle usate di frequente.

Anche se ho appena iniziato a prendere in mano il gioco da tavolo di Bloodborne, ho già scaricato da boardgame geek un’espansione che permette di regolare la difficoltà del gioco.

Il mio prossimo progetto è di creare le carte miniboss per Bloodborne dei Man Eater Boar, i Fluorescent Flowers e i Merciless Whatchers

Le dimensioni contano e non posso fare a meno di pensare al verro diabolico di Dungeons and Dragons

La prossima volta dovrei riprendere con le avventure di Dark Sun.

Tainted Grail, i Menhir

Dopo una settimana di fatiche immani siamo riusciti a trovare il modo di riaccendere due Menhir localizzati uno ai tumuli degli antichi e uno nel villaggio di Sbiancata. Ora per un’altra settimana dovremmo essere salvi.

Sono stati giorni concitati pieni di strani incontri e terrore alla ricerca delle risorse da sacrificare alla statua

Allo stremo per la mancanza di provviste ci siamo recati al bosco del cervo per cacciare e la notte abbiamo fatto un sogno stranissimo, nel quale inseguivamo una colomba. La mattina ci siamo svegliati trovando ulteriore cibo confezionato in foglie nel nostro accampamento.

Quando siamo tornati al villaggio abbiamo scoperto che una bambina era stata divorata dai lupi. La strana coincidenza non ha potuto fare a meno di porci tremendi interrogativi su quale cibo avessimo mangiato e cacciato.

Questo non fu l’ultimo fatto inquietante della settimana, io ho scalato le spade degli antichi e trafugato l’oro che si trovava sulla sommità, Beor ha salvato una vergine arciera da morte certa e incontrato dei mercanti dai quali ha recuperato una claymore.

A sbiancata ho scoperto che la popolazione è estremamente denutrita e ho provato a curarli, non so se questo riuscirà a rimuovere l’innata ostilità dei suoi abitanti verso noi agricoltori di Cuanacht

Ora di fine settimana, fra un viaggio e l’altro, siamo riusciti ad accumulare abbastanza sangue e ricchezza per accendere i Menhir di sbiancata e degli antichi tumulti. Mentre io compievo il rito a sbiancata Beor lo eseguiva presso i tumuli.

Ci domandiamo cosa ci aspetterà ora…

Tainted Grail le prime impressioni

Dopo aver giocato due partite, l’impressione di avere di fronte un mega librogame con accessori si sta confermando.

Anche giocando in modalità narrativa l’esperenza di gioco vi asciuro che tutto fuori che traquilla, la modalità normale prmette di esssere abbastanza difficilina.

Nella prima partita mi ero mosso con troppa calma inducendo in quest accessorie, che mi hanno portato a sprecare tempo e ho ricomicato, ma la storia insegna che neanche correre è una buona idea in tainted grail.

Continua a leggere

Tainthed Grail The fall of Avalon

Tainthed Grail mi aveva incuriosito per la sua copertina, che racchiudeva tutta una serie di messaggi per nulla positivi. Avevo appena venduto lords of hellas e conquistato un buono sconto notevole, che ho subito riconvertito in un altro boardgame.

Fin dalle lettere di presentazione per i giocatori il gioco mette in chiaro di essere un horror dark fantasy abbastanza cupo, se noi abbiamo ricevuto questa missiva vuol dire che eroi molto migliori di noi non ce l’hanno fatta, eroi che, pur essendo nostri amici, non ci avevano ritenuti adatti a compiere questa missione.

Continua a leggere

Dark Souls il gioco da tavolo – unboxing

È sbarcato nel mondo del gioco da tavolo anche il boardgame ispirato ai videogiochi fantasy horror di Dark Souls.

Nonostante io non abbia partecipato al Kickstarter sono entrato in possesso di una copia di Dark Souls per misteriosi sentieri e vie traverse.

IMG_20170917_175434

Stendiamo un velo pietoso sulla selva oscura che ho dovuto attraversare e il numero ingente di anime (ehm euro) sacrificate a questo gioco. Aperta la scatola subito troviamo una pagina contenente un profondo messaggio motivazionale nel migliore stile di questo gioco.

IMG_20170917_175516

Proseguendo l’esplorazione incontriamo un vassoio con le carte del gioco, due scatole contenenti le miniature e le tiles in cartoncino. Ci sono anche dei cubetti di legno stile village che nel boardgame di dark Souls si useranno per segnare avanzamenti e ferite subite. Naturalmente ci sono anche i dadi.

Le tiles non sono male e usano un sistema di movimento per nodi che come idea non sarebbe male in un gioco collaborativo, ma trovo un po’ fastidiosi i cerchietti messi sulle tiles.

IMG_20170917_184529.jpg

Le miniature sono sicuramente un grosso punto di forza del gioco da tavolo di Dark Souls. I mostri ricordano neanche tanto vagamente le atmosfere di Berserk e bisogna ammettere che quando si tratta di Dark Fantasy i giapponesi sanno il fatto loro.

Il regolamento de boardgame Dark Souls non è di per se male, ma a parte l’avventura random vi sono due sole campagne che fondamentalmente sono una sequenza di tre avventure random di cui si conoscono i Boss.

Se non siete appassionati di Dark Souls temo che vi annoierete a giocare sempre e solo ad: uccidi il boss per vincere, dopo che svariati boardgame collaborativi ci hanno abituati alle condizioni di vittoria più disparate e lo stesso videogame di Dark Souls contiene svariate sotto quest che mettono un po’ di pepe nella storia. Storia che nel boardgame a mio parere non si riesce veramente a raccontare.

Chiaramente è un gioco pensato perché si comprino anche le espansioni per arrivare ad un’esperienza di gioco ottimale.

Si tratta ancora solo di qualche immagine e piccole indiscrezioni, ma da un paio di giorni è cosa abbastanza certa che si danno da fare..
Non hanno ancora finito di spedire la season 3 e sono già pronti a far partire un nuovo kickstarter, previsto a quanto pare per fine maggio…

Zombicide
Black Plague

17626_816374811781889_2435381160845333295_n

La Guillotine Games ha deciso di deliziarci con una nuova puntata di Zombicide, stavolta nel medioevo fantasy

 

10842327_816374818448555_3279983686149207896_o

Fantastiche carte equiaggiamento

1796921_816374801781890_5238064357883038863_o
il dedalo di viuzze questa volta sembra essere ancora più contorto del solito…
11082275_816374791781891_3167293722746561988_o

Decisamente degli eroi agguerriti, a questo giro pare che sarà difficile evitare il corpo a corpo…

11088615_816374788448558_7978506597744408502_o

News per il DwarfQuest

Whatisthis

SI è concluso il primo contest di scrittura legato a dwarf quest con 4 partecipanti premiati ex equo.

Se non avete ancora il Dwarf Quest potete procurarvi l’edizione digitale gratuita presso Rage Terrain Art

Potete seguire la discussione come sempre su Rage Terrain Art

Token 3D per Doom the Boardgame

Segnalo che di recente Insane, utente (nonché Admin) di Rage Terrain Art, ha realizzato degli oggetti 3D per il gioco da tavolo di Doom, bordame ormai fuori pubblicazione, un tempo edito dalla FFG

Il gioco di Doom ricalca fedelmente la terza edizione della sua controparte al computer. Ci saranno una quantità di situazioni in cui i Marines si troveranno con pochissime munizioni di fronte a una marea di avversari, con la luce che minaccia di andarsene da un momento all’altro e nuovi mostri che sbucano da dove meno se l’aspettano.

Qui potete scaricare i token 3D in formato .png su carta A3 – sono da stampare 7 fogli (un buon negozio di stampa non vi chiederà più di 5/6 euro)
Token 3D (14Mb)
L’autore suggerisce che conviene fare prima una prova facendo una stampa con luminosità aumentata del 35%, poiché le immagini potrebbero essere più scure di come mostrate a video.
File di prova per stampa

Potere seguire la discussione  su Rage Terrain Art

Queste sono alcune immagini degli oggetti 3D disponibili.

Stanza Centro Comunicazioni convertito a Magazzino.

d10

Stanza centro comunicazioni, invasa da mostri

d6

Una visione più ravvicinata della stanza

d7

Un’altro magazzino

d8

Se non giocate a Doom i token possono comunque essere utili anche per altri boardgame fantascientifici

News per il DwarfQuest

Whatisthis

La nuova iniziativa promozionale per il Dwarf Quest sarà un contest di scrittura. Per la migliore storia saranno disponibili miniature originali in esemplare unico. Il numero dei premi dipenderà dai partecipanti.

I premi devono essere ancora scolpiti, ma considerando la qualità dell’edizione in scatola del Dwarf Quest (di cui sono uno dei fortunati proprietari) saranno sicuramente molto belli.

Se non avete ancora il Dwarf Quest potete procurarvi l’edizione digitale gratuita presso Rage Terrain Art

Potete seguire la discussione come sempre su Rage Terrain Art

News per il DwarfQuest

E’ in arrivo un nuovo addon “qualcosa” per il Dwarf Quest.

Whatisthis

Questa volta le news sono ancora più criptiche del solito…

Potete seguire la discussione come sempre su Rage Terrain Art

Il Dwarf Quest Add On – Una storia di birra ed eroi

Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere…

PresentazUSDBEE

E’ finalmente disponibile il nuovo addon compatibile con Heroquest sviluppato da Rage Terrain Art

Una Storia di Birra ed Eroi è una miniespansione per il DwarfQuest che si pone cronologicamente dopo gli eventi narrati ne I Segreti della Montagna Infuocata (disponibile per il download presso il forum di Rage Terrain Art) ed è totalmente incentrata sui Nani (niente ‘recchie a punta o spilungoni in generale, stavolta).

L’espansione in pdf di venti pagine contiene tre nuovi Eroi e le loro regole oltre a un’avventura composta di tre Missioni tra loro collegate, con quattro finali diversi, che vi porteranno nuovamente nei meandri di Varak-Ghor dopo la disfatta di Ceyron e Lorg.

Una Storia contiene però anche qualche extra: ossia una nuova tile per rappresentare una sala all’ingresso dei quartieri del Mastro Birraio di Varak-Ghor e due miniature per i nuovi Eroi.

Il Nano Parduz, scolpito da Ambra.

PardPres

Di questa miniatura esiste ed esisterà nell’unica copia rappresentata in foto e verrà spedita al Parduz come segno di gratitudine. L’altro personaggio è RagGhar il Cacciatore di Troll, scolpito da Rage.

CaccPres

La sua miniatura sarà disponibile in edizione limitata (cioè fino ad esaurimento scorte/stampi/Rage)

DerfelLink per l’occasione ha realizzato inoltre una nuova versione del DwarfQuest HeroScribe. Andate e scaricatelo: ci sono tutti i nuovi elementi più le nuove e pucciosissime icone degli Eroi (base ed espanzi).

DFA

Il Dwarf Quest – Una storia di Birra ed Eroi

Il Dwarf Quest è stato il primo esperimento di boardgame auto prodotto su Rage Terrian Art e ora è confermato l’arrivo di una sua espansione a tiratura limitata.

È stato concepito, dipinto, testato. Non è da solo.

Whoscoming

Lui e i suoi compagni arriveranno molto presto.

Cosa sarà? La discussione è accesa e le voci sono molteplici, un goblin bevitore di birra i funghi, un parduz gigante, un nano ubriaco, un altro troll?

Potete unirvi alla discussione e generare un po di Hipe anche voi sul forum di Rage Terrain Art oppure attendere una o due settimane per vedere di cosa si tratta.

Il Dwarf Quest – Cosa verà dopo?

Solo oggi pomeriggio ho scritto della traduzione italiana dell’espansione per heroquest: Il tumulo degli uomini bestia e questa sera vengo a sapere di un’altra interessante chicca. I lavori per il Dwarf Quest non sono terminati con la preparazione dei materiale digitale e con le scatole in “edizione limitata”, ma continuano ancora e qualcosa di nuovo è nell’aria…

glass

Non sono ancora state spedite tutte le scatole, ma tra pochi giorni qualcosa di nuovo sarà pronto per il DwarfQuest.

KeepDQing

Potete seguire la discussione su Rage Terrain Art: Dwarf Quest, una storia di birra ed eroi

Dwarf Quest – Miniature personalizzate

Ogni scatola del Dwarf Quest ha al suo interno una miniatura personalizzata, queste sono le foto delle prime apparse sulla rete.

Elessar_HQ
946072_10201905151422354_891556739_n

Il re nano ha una pelliccia di lupo sulla spalla

Ursha
IMG_1822

grenda che normalmente ha il matrello in mano ha invece un’ascia e spallacci e gonnellino diversi

Parduz
Resistenza_Carte

Grenda con l’ascia, la pelliccia e uno scudo molto importante.

Tony ha ricevuto un Morgork gigante con un rivestimento di roccia extra.
jpg

Rafael ha ricevuto il Morgork rigenerato
ef7p