Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Articoli con tag “claustrophobia

Fallimenti in questo blog e nel gdr

Sulla scia di quanto ho letto di recente su Karavansara,  ho provato a scendere anch’io una lista di 5 fallimenti del 2014, 5 punti da cui partire per costruire fondamenta più solide per l’anno che è iniziato.

Due di questi riguardano anche il mio blog,  il Gdr e il network.

Riguardo al gioco di ruolo, lo scorso anno credo di aver raggiunto un nuovo minimo nel numero di ore giocate. Ho parecchi anni dibdifferenza rispetto alla maggior parte dei frequentatori del club dei Carmini il che crea in alcuni casi un abisso di differenza nel modo di intendere il gioco di ruolo. Poiché sono molto schizznoso al riguardo il risultato è che mi sono auto isolato sugli altri gruppi di gioco. Spero che Ultima Forsan e Savage Worlds siano un nuovo stimolo per aiutarmi a ridare vitalità al gioco. Spero che anche Nemesis e Claustrophobia Furor Sanguinis mi aiutino in questo senso a fare esperienze nuove.

Chiaramente però per ora nel mio ambiente non riuscirò a trovare un gruppo in cui giocare e resterò a fare 1 Vs 1 con la fidanzata.

Legato al declino nel lato giro vi è anche un  fallimento del mio blog.  È innegabile che negli ultimi due anni ho lasciato questo angolo di web molto abbandonato a se stesso per i maggiori impegni di lavoro,  il minor tempo dedicato ai giochi.  In piccola parte ha contribuito anche il minore tempo libero di No’Akei,  poiché lei è stata fondamentale nella revisione dei contenuti dei blog. Il risultato sono minori contenuti,  minore qualità e minori visite.  Purtroppo a differenza del punto precedente,  non penso che questa situazione non cambierà a breve. Diciamo che nella mia lista di fallimenti questo blog fa parte delle “acceptable losses”

Inpassato fare network e partecipare album un paio di progetti condivisi è stato utile per ritrovare la voglia di scrivere.  Attualmente avrei anche un paio di idee in tal senso ma il tempo per ora è tiranno.

Annunci

Claustrophobia Furor Sanguinis

furorsanguinisPer ora c’è ancora poco da sapere su Furor Sanguinis, la nuoca espansione di Claustrophobia (il boardgame ispirato a Helldorado)

Segnalo comunque questa recedete review in inglese che fa ben sperare per il futuro. Furor Sanbguinis introdurrà una nuova fazione costituita da un unico mega mostro che potrà disporre i dadi su una tabella dimile alla tabela del destino dei demoni per potenziare le proprie caratteristiche. Se ho capito bene l’articolo dovrebbe esssere possibile rigiocare molti dei vecchi scenari utilizzando al posto degli umani lo squamata incluso nella confezione, non mi è chiaro se sono pevisti anche scenari a tre, che sarebbe a mio parere la cosa grande di questa espansione.

Un po’ di miniature extra e da tre sarebbe poi facile passare a 4 giocatori. Trovo quello di giocare solo in due uno dei grossi limiti di Claustrophobia. Utlimanete sto pensando di prendere il modello di di Baptiste Valombre della campagna scaricabile da internet e creare un gruppo alternativo di umani rispeto a quello standard. Sarebbe interessare provare 2 demoni contro umani e squamata o due umani contro demoni e squamanta. Questa espansione potrebbe avere veramente del potenziale in quello che trovo un ble gioco anche se di nicchia.

Il prezzo dovrebbe aggirarsi dalle 17 sterline ai 50 dollari, stando comunque mediamente sul livelllo della precedente espoansione De profundis, almeno guardanto i preordini che cominciano ad affacciarsi sulla rete.

Devo ancora capire se e chi lo distribuirà in Italia…


Partita a Claustrophobia

Ogni tanto capita ancora di riuscire a trovare del tempo per giocare a Claustrophobia. L’ultima volta abbiamo giocato la seconda missione in cui bisogna far saltare in aria l’ingresso alle fogne. Per differenziare le due lame al soldo per una ho utilizzato la miniatura della viaggiatrice di Helldorado.

2014-08-02-1242
io ho comunicato subito rivelando una mappa per assicurarmi un po’ di vantaggio nelle prime mosse, in genere è una carta che si ripaga ampiamente. Ora l’obbiettivo ora è piazzare le tiles il più velocemente possibile per diminuire i turni a disposizione del demone / fidanzata (ndr No’Akei)

2014-08-02-1243
Visto che la fidanzata ha avuto alcuni tiri fortunati sulla tavola del destino, nel terzo turno gioco un’altra carta per tentare di ostacolare la fazione dei demoni, questa volta celgo io dove piazzare i dadi, possibilmente nel modo più inutile possibile.

2014-08-02-1244
La partita continua uno dei miei modelli arriva ad un vicolo cieco.

2014-08-02-1246
Giustamente la fidanzata lo imbottiglia con un demone, ora devo cercare di tenere lontano il bestione dal resto dei miei condannati.

2014-08-02-1247
Il bruto tenta di fare da tappo ma senza molte possibilità

2014-08-02-1248
Ad un certo punto lama al soldo rimasta e il redentore si trovano da soli e feriti a non si sa bene quante tilesdall’obbiettivo

2014-08-02-1249
Con l’ultima linea di iniziativa rimasta in un sorprendente colpo di fortuna la lama al soldo riesce a distruggere l’obbiettivo quando ormai credevo che la partita fosse in mano alla fidanzata ed ero pronto a concedere la vittoria.

Diciamo che è stato un pareggio.


Claustrophobia – Furor Sanguinis


E’ di pochi giorni la notizia che per la fine dell’anno Asmodee  rilascerà una nuova espansione di Claustrophobia.

Onestamente dopo l’uscita un po’ in sordina di De profuyndis, pensavo che questo gioco, spin off di Helldorado, ma con un regolamento molto più semplice e agevole, che ha alcuni punti di contatto con Heroquest, fosse defunto.

Potete leggere il tutto in francese QUI

Ci sarà un nuovo demone, ispirato al perduto di Hellodrado, Kartikeya, con la sua tabella specifica e su Boardgame Geek si vocifera anche della possibilità di giocare in tre.

In pratica, il giocatore non-umano ha un demone esageratemente massiccio, che combina un po’ il modo di giocare degli umani: a seconda dell’allocazione dei dadi e delle ferite subite, il demone avrà diverse caratteristiche e opzioni selezionabili.

A questo si aggiungono 3 nuove tiles e un po’ di segnalini vari.

L’espansione è quindi abbastanza povera di miniature ma dovrebbe offrire sei nuove missioni da agigungere a quelle uffciali e al pacco scaricabile da internet.

Sarà interessate vedere il costo e la distribuzione in Italia. Intanto vi lasco con il dorso della scatola e una scosa del suo contenuto.


Giocare a Claustrophobia nel 2014

Ieri ho fatto la mia prima partita a Claustrophobia dopo credo più di un anno. Questo boardgame ispirato ad heldorado resta uno dei miei preferiti anche se è solo per due giocatori e in versione antagonista, mentre ultimanete sarei più pro giochi collaborativi.

Ero riuscito a fare anche un paio di foto decenti con il tablet, ma a quanto sembra la mia incapacità nell’uso di android è riuscita a canclelarle tutte mentre cercavo di decidere quali tenere e quali no. Il che è un peccato specie per la foto della lama al soldo che sfondava da sola un demone con un colpo di trombone.

La partita è stata molto combattuta e come al solito sono la fortuna e il terreno a farla da padroni.

Per sgrancirci le ossa abbiamo giocato un filo d’aria, la prima partita del manuale base. Il redentore comincia con coraggio e con aura di precognizione e io ho pescato una carta mappa delle fogne che mi consente di disporre tre tiles a piacere. Una combo fra quello e due lame al soldo che nanno mosso di due quadretti mi ha permesso di piazzare tre caselle che hanno fatto avanzare il dado che conta il tempo da attendere prima dell’uscita. Ho così sicuramente rubato due turni di gioco al demone… una possibilità in più verso la salvezza.

La fidanzata dal canto suo ha sfruttato trappole ed eventi per cercae di massacrare il redentore che ben presto è rimaso con la possibilità di agre solo nei turni in cui poteva usare i suoi due poteri speciali.

Un paio di demoni hanno fiaccato il gruppo rischiando di lasciarlo in balia dei trogloditi, ma le tiles sono state abbastanza magnanime veso gli umani concedendo loro alcuni bonus e pochi svantaggi mentre e la precognizone ha permesso di creare un po’ di vicoli ciechi verso cui si sono mossi i personaggi sacrificabili e di tenere a distanza un nido di trogloditi per ben tre turni.

Alla fine ho visto con due personaggi quasi desfati e due più o meno illesi, certo se all’inizio non fossi riuscito ad accellerare la partita bruciando il tempo che il demone aveva per fermarmi penso che le cose sarebbero finite diversamente. Se la fidanza avessa avuto a disposizione altri due turni e fossero uscite un paio di tiles accidentate in più le cose rischiavano di essere diverse.

A questo si agigunge che in autunno probabilmente uscirà un’espansione.


Lost in tanslation

La tabella del destino di Claustrophobia, il boardgame ispirato ad Helldorado, del quale ultimamente faritico su questo blog, è stata oggetto di un interessante errore di traduzione dall’ingelse al francese che poi si ripercuote nella versione italiana, che si rifà sfortunatamente alla versione anglossassone invece che all’originale.

Le istruzioni per l’utilizzo della tabella del destino sono inserite in due cartigli nel mauale, uno che sintetizza lo scopo dei vari poteri speciali e uno che spega il segnificato dei colori del testo dei poteri.

Nella versone francese il testo del cartiglo recita:

Les capacités écrites en rouge ne peuvent être sélectionnées qu’une seule fois. Il n’y a aucune limitation pour celles écrites en noir.

Stranamente in Inglese è stata tradotta così, con un’aggiunta:

Abilities printed in red can only be selected once per game. There are no limitations for the Abilities printed in black.

In Italiano la frase è stata ripresa direttamente dall’inglese, in maniera molto più letterale e suona così

Le abilità stampate in rosso possono essere scelte solo una volta per partita. Non ci sono limitazioni per le abilità stampate in nero.

Nella versione originale la parola gioco o partita non viene ma usata e neppure la parola turno, però dal contesto in cui il catiglio è inserito appare plausibile che ci si riferisse alle azioni possibili durante il turno di gioco.

La FAQ inglese la poi chiarto che la frase doeva recitare una volta per turno e non una volta per partita o per gioco.


Claustrophobia e Descent

reedemer pitch balckNel 2010, Chris J Davis ha realizzato Into the Darkness, un’espansione per Claustrophobia che consente di utilizzare anche i mostri di Descent.

L’espansione introduce una nuova casella nella tavola del destino che permette al giocatore mostro di aggiungere nuove tipologie di creature da posizionando sul tabellone.

Il giocatore mostro può così decidere di spendere dadi nella speranza di investire su mostri più potenti da poter generare in futuro nel corso della partita. A differenza dei trogloditi, che possono ritornare, i nuovi mostri però sono in numero finito e quando muoiono e miniature non tornano a giocatre mostro.

L’espansone semra essere molto interessante, in 4 pagine di regole e 26 carte da gioco espone alcune semplici regole che con un pizzico di fortuna potrebbero rendere la partita molto movimentata. In futuro proverò ad utilizzarla visto che ho intenzione di riprendere in mano questo boardgame che è rimasto fermo per due anni, prima naturalmente devo riabituarmi alle regole originali.

Mi dispiace, la volta precedente che mi sono trovato a girare su boardgame geek non essermi accorto di questo materilale.