Giochi di ruolo, Kata Kumbas e molto altro ancora

Articoli con tag “Etruscilla

Scenari per Necromunda.

La notizia che gli specialist games andranno in pensione è datata ancora 30 aprile 2013, (anche se onestamente me lo aspettavo da quando il sito specialist games ha chiuso e fanatic magazine è andato nel cestino). In vista della fine ho quindi deciso di rispolverare le miniature di Necromunda amorevolmente collezionate negli anni e iniziare una nuova campagna.

Per ora la comunità dei giocatori esteri è ancora vitale (ma meno di 5 anni fa o di quando c’era fanatic online), ma non illudiamoci, probabilmente è questione di tempo e finirà tutto, mano a mano che la gente si stanca. Ho trovato alcuni nuovi scenari per Necromunda che sono stati pubblicati di recente su Eastern Fringe e che trovo molto interessanti

New scenario – Weapon Test

New scenario – New Turf

New scenario – it’s a Trap

New scenario – Wrong Turn

In particolare lo scenario New Turf aggiunge la possibilità di acquisire nuovi territori. Appena riesco a trovare un po’ di tempo cercherò di tradurli in Italiano, anche se viste come vanno le cose potrebbe volerci un po’ di tempo.

Prima della fine (o più probabilmente dopo) in ogni caso intendo giocare ancora.

C’è sempre una Regina Escher, la mia adorata Etruscilla, che agogna vendetta, ma per ora fa la muffa in uno scatolone.

Annunci

Dopo la peste – Svegliarsi in un incubo

I dream of rain

I dream of gardens in the desert sand

I wake in pain

E’ molto che non scrivo, cominciavo a temere persino che non vi fossero più contatti con la rete telnet del pianeta… qualche server invece regge ancora e dopo una notte molto agitata ho preferito approfittare della possibilità di stendere queste due righe per chiunque sia ancora in ascolto.

Se nei suoi giorni migliori Necromunda era un mondo sull’orlo della catastrofe e del disastro ecologico, dopo gli ultimi tragici fatti che si sono verificati ora è un vero caos.

Hive primus è caduto, i giorni in cui combattevo per la supremazia sui pochi diseredati dell’Underhive contro Cawdor e Redentoristi mi paiono memorie di un distate passato, quasi un sogno ad occhi aperti.

La peste è scesa su di noi e si è presa gli uomini trasformandoli in zombie. In principio non abbiamo voluto vedere, abbiamo continuato a negare… erano solo pochi episodi fra gli scavvy nelle fogne inferiori.

Poi gli zombie sono arrivati nell’Underhive, ma era solo un problema di noi delinquenti, mentre morivamo divorati da quelli che un tempo erano i nostri amici e fratelli, i cittadini onesti dei piani alti continuavano ad andare avanti con la loro vita semplice e ordinaria. Quando l’infezione si è propagata ulteriormente abbiamo visto tutte le nostre certezze crollare e abbiamo tragicamente che nessun Imperatore-dio poteva salvarci da questa pestilenza che pareva avere un che di demoniaco.

Sopra a tutto questo caos io, Etruscilla, sono finalmente diventata Regina! La mia regalità non significa nulla quando stringo in mano solo le macerie di una città da cui devo fuggire e la pestilenza mi ha rubato oltre ad amiche ed alleate anche la possibilità di vendicarmi dei torti della mia famiglia. Le mie sorelle e zie probabilmente sono state pure loro prese dalla pestilenza, beffandomi anche nella loro morte.

Ora si può solo sopravvivere, scappare e sperare che qualche altro alveare sulla superficie di questo pianeta sia ancora integro.

(inizia una serie di partite di boardgame… in uno dei setting che ho apprezzato di più. I contenuti sono/saranno ispirati in parte anche al progetto Survival blog a cui ho partecipato in passato)


Impegni del venerdì sera

Il venerdì sera è appuntamento fisso al club di Warhammer, il che si traduce anche in un appuntamento fisso con la pizza…

Per quanto io ami i giochi GW (pur non potendo dire altrettanto delle loro politiche commerciali) in questo periodo di maggiore lavoro ho dovuto mio malgrado rinunciare all’impegno mentale dei wargame per dedicarmi a cosa più rilassanti come i boardgame collaborativi.

Per un po’ di tempo mi sono dedicato a giocare Heroquest utilizzando l’ambietazione claustrophobia/hellodrado, ma ora in attesa delle miniature reaper che arriveranno solo fra sei mesi volevo riprendere in mano Necromunda.

L’idea di riprendere il warband skirmish non entusiasmava però ne me ne la fidanzata, perciò ci siamo detti perchè non continuare con Heroquest e giocare un’avventura dopo l’avvento dell’epidemia che distrusse Necromunda, raccontando le gesta di un pungo di sopravvissuti alla pestilenza in un mondo preda degli zombie.

2012-10-26-139
I nostri esploratori inziano a cercare una via di fuga dalla città alveare infestata (altro…)


Partita di necromunda di venerdì sera.

Venerdì scorso partita sulla board di Doom invece che con gli scenari.

foto248

I Cawdor hanno schierato saggiamente nel quarto migliore del loro tavolo vicino alla stanza centrale

Le Esher hanno schierato due modelli nei corridoi esterni per fare bottino e infiltrato tre modelli vicino al nemico, un piccolo rischio che però potrebbe dare grandi frutti. Nello schieramento ho commesso l’errore di non portare il modello con l’arma pesante che può muovere e sparare.

foto250

Iniziano le escher e nonostante tre colpi di pistole e fucili solo un modello rimane leggermente ferito e pinnato. Consolido tre bottini ma forse ho rischiato troppo.

foto251

A questo punto il secondo errore è dei Cawdor. Un modello corre a prendere il bottino ma così facendo non può sparare. L’unico colpo sparato dai cawdor non sortisce effetto. Il leader si avvicina e con una spada potenziata è un osso duro… ma io ho tre modelli che possono sparare. I cawdor consolidano anche loro tre bottini

Carico il modello ferito e con un 6 e un 5 faccio un critico a +2 sulla tabella delle ferite e spedisco il Cawdor a venerare il suo imperatore dio nel warp. Le altre due ragazze sparano mandando a terra i loro bersagli.

foto252

 

 

Con tre modelli a terra di cui uno in coma i Cawdor decidono di ritirarsi in automatico. Potrebbero caricarmi le ragazze e uccidermene una ma poi le are due finirebbero il leader.

Alla fine Etruscilla si erge vittoriosa sulle rovine con 9 bottini raccolti su 12 in palio. Mentre i Cawdor hanno collezionato il loro primo modello storpiato a vita.


Partita di necromunda, strategie post partita

Personalmente il post partita è la parte che mi piace di più, dove bisogna spremersi le meningi per minimizzare i danni della partita terminata e massimizzare i pochi profitti racimolati.

Tutti e due abbiamo avuto tre modelli fuori il che non è esattamente un buon risultato. Per evitare mutilazioni troppo aberranti dei nostri modelli abbiamo deciso di prendere un risultato a nostra scelta per il modello peggiore invece di accettare tutti e tre i tiri sulla tabella dei danni permanenti.

No’Akei ha preso il bonus del gigant killer, quindi ha avuto un piccolo margine sui crediti ampiamente compensato dal fatto che a preso meno bottino di me e che aveva solo due uomini sani per andare a riscuotere sui suoi territori.

Abbastanza comunque per comprarsi la spada potenziata che le è stata resa disponibile sul mercato e ingaggiare anche lei un ratskin per neutralizzare il mio. Gli avanzamenti del suo le danno un notevole vantaggio in corpo a corpo.

Io avevo 4 bottini e ho deciso con un piccolo rischio di tirare 3 dadi per l’archeotech, sono stato fortunato ma non credo che ripeterò l’esperienza a breve. Dopo aver pagato il ratskin ora ho 95 crediti in saccoccia. A 210 crediti posso prendermi una seconda bestia, questa volta full optional, senza arma montata.

Ho inoltre un juve che può scegliere una skill a piacere e sarei tentato fra l’uso delle armi speciali per poi darle una bestia con un secondo plasma binato ad un costo però folle o darle medico ma tenerla in seconda linea.


Partita di necromunda di venerdì sera.

Vittoria meritata della fidanzata, che ha saputo gestire bene un turno di fuoco disastroso e un paio di disattenzioni di troppo da parte mia. Anche se ho fatto più kill point e preso più bottino la partita è terminata con una mia sconfitta. Con tre modelli fuori alla pari si può comunque parlare di un mezzo bagno di sangue per entrambi da cui per fortuna ci siamo ripresi tutti e due con molti illesi e un paio di modelli che hanno acquisito odio.

IMG_0144

IMG_0146
IMG_0147
IMG_0150
IMG_0151
IMG_0153


Una storia di vendetta e di sangue – Le rovine di una città

Alla fine restarono solo la devastazione e le fiamme, mentre la mia adorata creatura si arrampicava impietosa sulle guglie degli edifici in rovina. Mi sono messa a piangere dalla commozione alla vista dello scempio causato dalla mia cavalcatura e del brillio delle scie di plasma che scaturivano dal mio nuovo fucile (n.d.a. in realtà questo meraviglioso modello del costo di oltre 400 crediti fra cavalcatura, equipaggiamento e cavaliere non ha fatto nulla salvo sparare due raffiche di plasma a vuoto).

Salvo la povera Jenna’h, ferita malauguratamente da un bestikroot del nemico le altre mie guerriere sono uscite dallo scontro illese, mentre tre Cawdor sono stati trasportati via in barella dai loro commilitoni.

Devo complimentarmi in particolare con Orkid per aver steso un armiere non appena ha messo il naso fuori dal suo nascondiglio e facendo scappare via l’altro armiere che lo seguiva ed il loro un apprendista.

Penso che da qui inizierà la nascita di un nuovo impero del crimine.

post precedente – post successivo

Nuovamente un grazie di cuore a The Bard del club il grifone d’oro per avermi colorato il modello. Gli elementi scenici nella foto sono per cortesia del club stesso.